Cori, alimenti privi di tracciabilità e funghi non certificati sequestrati in un ristorante

Le ispezioni dei carabinieri del Nas all'interno di un locale del paese. Multato il proprietario

La sicurezza alimentare ancora al centro di controlli e ispezioni dei carabinieri del Nas di Latina. In un ristorante di Cori i militari hanno rinvenuto oltre 100 chili di prodotti alimentari (tra carne, prodotti ittici e funghi) custoditi in congelatori e pronti per essere cotti e somministrati ai clienti del locale. Gli alimenti sono stati sottoposti a sequestro e avviati alla distruzione. Mancava infatti ogni indicazione di legge relativa all'origine e alla provenienza dei prodotti, ai fini della tracciabilità.

Ad allarmare di più il fatto che i funghi, per essere immessi sul mercato e consumati, avrebbero dovuto essere sottoposti a un esame di un esperto micologo della Asl che ne certificasse la commestibilità.Il titolare del ristorante è stato quindi sanzionato con una multa di 1.500 euro, mentre il valore commerciale degli alimenti sequestrati ammonta a circa 2mila.

Formia e Castelforte: in due bar sequestrati alimenti scaduti e prodotti non in regola

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento