Coronavirus: chiuse piscine, palestre e centri benessere. La nuova ordinanza della Regione Lazio

E inoltre: chi entra nel Lazio dalle zone rosse ha l'obbligo di comunicarlo al numero verde 800.118.800

È stata firmata dalla Regione Lazio l'ordinanza in merito alle 'Misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19'. L'ordinanza impone a tutte le persone che nei 14 giorni antecedenti alla data di pubblicazione del nuovo decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) hanno fatto, stanno o faranno ingresso nella Regione Lazio dalle 'zone rosse' (dalla Lombardia e dalle Province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia) di comunicare tale circostanza al numero verde 800.118.800 che si coordina con il dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria territorialmente competente in raccordo con il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta.

Zingaretti contagiato dal Covid-19, tampone negativo per la sua Giunta

L'ordinanza impone di osservare la permanenza domiciliare, il divieto di spostamenti e viaggi e di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza fino alla valutazione a cura del dipartimento di prevenzione. È disposta inoltre anche in tutto il Lazio la sospensione delle attività fino a nuove disposizioni di piscine, palestre e centri benessere.

Misure che si sommano a quelle contenute nel nuovo Dpcm dell'8 marzo che prevede sull'intero territorio nazionale che siano "sospese fino al 3 aprile le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora: "sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro". Sospesi anche i congressi, i meeting e le riunioni in cui è coinvolto il personale sanitario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

Torna su
LatinaToday è in caricamento