La proposta di De Marchis: "Spostare il carcere fuori da Latina centro"

L'esponente del Pd in visita alla casa circondariale: "Andrebbe delocalizzata restituendo l'area di via Aspromonte alla città". Preoccupa il problema sovraffollamento

"Il carcere va spostato dal centro di Latina e l’area di via Aspromonte che la casa circondariale occupa va restituita alla città". È la proposta lanciata da Giorgio De Marchis, capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale e candidato al consiglio regionale del Lazio, dopo aver visitato oggi il penitenziario del capoluogo pontino.

"Oltre alla necessità di portare il carcere fuori dal centro - ha sottolineato De Marchis – resta il nodo problematico del sovraffollamento dell’istituto". Secondo le ultime stime diffuse dal garante dei detenuti del Lazio, nella casa circondariale di Latina sono attualmente recluse 158 persone, di cui 38 donne, a fronte di una capienza regolamentare di 86 posti. "Un’emergenza - sottolinea l'esponente Pd - che investe tutta la Regione e i suoi quattordici istituti penitenziari, dove a settembre scorso stando al report del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria si contavano 7.130 detenuti, oltre 2.300 in più rispetto ai 4.838 posti disponibili".

"Ma al di là dei numeri – aggiunge De Marchis - ci sono le condizioni in cui i detenuti vivono a confermarci la criticità della situazione del carcere cittadino. La struttura dell’edificio è vecchia, gli spazi di vivibilità, dai corridoi alle celle passando per i bagni, sono ridotti, sporchi, fatiscenti e gli spazi trattamentali, escluso il teatro, appaiono assolutamente inadeguati rispetto al numero di detenuti ospitati. Per non dire poi della grave carenza di organico di cui soffre la polizia penitenziaria, problema anche questo presente in molti istituti del Lazio".

De Marchis, su invito della direttrice della struttura Nadia Fontana, ha assistito allo spettacolo teatrale “Vedersi dentro”, scritto e interpretato dalle detenute di via Aspromonte e frutto di un laboratorio seguito dalle stesse detenute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Cosa fare a Carnevale? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento