Rom di Al Karama denuncia: picchiato da residenti e poliziotti

Indagine interna della Questura e fascicolo in Procura sul racconto di un 17enne di Al Karama che sostiene di essere stato picchiato la sera del 24 aprile a Bainsizza

Sarà la Questura, con un'indagine interna, e la Procura di Latina a fare chiarezza su quanto denunciato da un ragazzino rom di 17 anni, di Al Karama, che ha raccontato di essere stato picchiato, insieme a tre amici, da un gruppo di giovani residenti a borgo Bainsizza e da alcuni agenti di polizia.

Secondo quanto raccontato, la sera del 24 aprile, un gruppo di ragazzi del posto avrebbe bloccato e accerchiato i ragazzini rom ritenendo che stessero scavalcando una recinzione per rubare in un'attività del centro. Alla polizia, invece, il ragazzino ha spiegato che un guasto alla loro auto li aveva costretti a fermarsi in quel posto.

Stando a quanto denunciato, i residenti li avrebbero bloccati per poi chiamare la polizia e tutti, compresi gli agenti, avrebbero picchiato i quattro ragazzini per poi mandarli via a piedi. Il giorno dopo l'auto dei rom era stata trovata incendiata nel posto in cui l'avevano lasciata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il racconto che il nomade, nel corso di una deposizione protetta, ha fatto agli agenti della questura che hanno avviato accertamenti per chiarire la vicenda. Totalmente diversa la versione dei poliziotti e dei residenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento