Desirée violentata e uccisa, la madre: "Voglio giustizia per mia figlia"

Sono le parole che la madre della 16enne di Cisterna uccisa a Roma ha voluto rilasciare all'avvocato che assiste la famiglia. Possibili nuovi accertamenti sul corpo

"Mi riporti Desy?". Queste sono le parole che la mamma di Desirée, Barbara Mariottini, rivolge spesso al suo avvocato, il legale Valerio Masci, distrutta dal dolore di aver perso una figlia di 16 anni. Quando a tratti la donna recupera lucidità dice chiaramente: "Voglio giustizia per mia figlia, perché quello che le è successo non debba accadere ancora ad altre ragazze". 

La donna, protetta dalla sua famiglia, resta chiusa nel suo dolore e dopo i fermi di oggi con le accuse di violenza di gruppo, cessione di stupefacenti e omicidio volontario non si dà pace. 

L'avvocato Masci ribadisce, per conto dei familiari, che Desiée era solita frequentare Latina e che non si era mai spinta fino a Roma. Il fatto dunque che quella sera si trovasse nella Capitale è una sorpresa. Il corpo, a quanto si apprende, non è ancora stato riconsegnato e resta a disposizione dell'autorità giudiziaria che nelle prossime ore potrebbe disporre accertamenti tecnici irripetibili, per i quali potrà essere nominato anche un consulente di parte. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento