Desirée Mariottini: i tre uomini arrestati a Roma chiedono la scarcerazione

Ricorso al Tribunale del Riesame per tre dei quattro indagati dello stupro e del decesso della 16enne di Cisterna di Latina

Ricorso al tribunale del riesame per tre dei quattro uomini accusati della morte e dello stupro di Desirée Mariottini, la giovane di 16 anni di Cisterna trovata morta in uno stabile abbandonato di Roma. Gli avvocati della difesa di tre degli indagati chiedono l'annullamento o la riforma dell'ordinanza di custodia cautelare. Il Gip aveva scritto nell'ordinanza che gli uomini avevano agito "con pervicacia, crudeltà e disinvoltura” mostrando una “elevatissima pericolosità e non avendo avuto alcuna remora”. 

I fatti chiamano in causa due cittadini senegalesi Mamadou Gara di 27 anni e Brian Minteh di 43 anni; ed il nigeriano Chima Alinno di 46 anni. Nel documento si legge inoltre che gli arresti “dapprima hanno somministrato alla ragazza il mix di droghe e sostanze perfettamente consapevoli del fatto che fossero potenzialmente letali per abusarne, poi ne hanno abusato lungamente e ripetutamente, infine l’hanno lasciata abbandonata a se stessa senza adeguati soccorsi, nonostante l’evidente e progressivo peggiorare del suo stato, fino ad impedire ad alcuni dei presenti di chiamare i soccorsi per aiutarla”. 

Per il cittadino ghanese Yusif Salia, arrestato a Foggia, la Procura di Roma, dopo la convalida del fermo del giudice pugliese, dovrà a breve rinnovare al giudice della Capitale competente la richiesta di misura cautelare. I pubblici ministeri contestano a vario titolo i reati di omicidio, violenza sessuale e cessione di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

  • Incendio ed esplosione in un capannone a Sabotino: intervengono i vigili del fuoco

Torna su
LatinaToday è in caricamento