Spaccio, controlli della polizia: 65enne ai domiciliari trovato con la droga in casa

L’uomo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; richiesto l’aggravamento della pena

Servizio straordinario di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo pontino. L’attività, disposta dal questore di Latina Rosaria Amato, è scattata nel pomeriggio di ieri, venerdì 25 ottobre, e ha interessato le zone “calde” della città, con particolare attenzione al quartiere Nicolosi e all’area delle nuove autolinee, e ad alcuni soggetti sospetti sottoposti agli arresti domiciliari. 

In particolare, spiegano dalla Questura dio Latina, “sulla scorta di informazioni preventivamente acquisite in forma confidenziale nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio e alla vendita al dettaglio di sostanza stupefacente di vario genere”, due equipaggi della Squadra  Volante e altrettante pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine, con l’ausilio di una unità cinofila antidroga proveniente da Nettuno, si sono recati nell’abitazione di un uomo sottoposto agli arresti domiciliari. Nel corso proprio della perquisizione in casa, sono stati trovati circa 70 grammi di droga. L’uomo, un 65enne con precedenti specifici, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; per lui sarà richiesto un aggravamento della misura.  

I controlli 

Nell’ambito dell’attività sono poi stati svolti 6 posti di controllo; verificate le posizioni di 85 persone e 44 veicoli; controllate mediante il sistema Mercurio in uso al Reparto Prevenzione Crimine circa 625  auto. Sono state inoltre elevate 7 infrazioni al codice della strada. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento