Fermati tre corrieri sulla Pontina: viaggiavano in auto con 230 chili di hashish

L'intervento dei carabinieri del reparto territoriale di Aprilia. In manette una donna originaria di Anagni e due cittadini marocchini. Indagini in corso sulla provenienza dello stupefacente

Sono stati intercettati e fermati sulla Pontina tre corrieri della droga, che trasportavano un carico di hashish. L'operazione, condotta dai carabinieri del Reparto territoriale di Aprilia, ha portato all'arresto di tre persone e al sequestro di 230 chili netti di hashish. 

I militari da tempo seguivano i movimenti di un cittadino marocchino residente ad Aprilia, con precedenti specifici per spaccio. Nel pomeriggio di ieri, domenica 2 dicembre, hanno intercettato due auto che percorrevano a velocità sostenuta la Pontina. Si trattava di un'Alfa, che faceva da "staffetta" viaggiavando davanti, e di un'Audi A4, che la seguiva poco distante. I due veicoli sono stati fermati e perquisiti e l'accertamento ha dato esito positivo.

A bordo dell'auto, occultate nel portabagagli sotto alcune coperte, c'erano diverse confezioni sigillate con fogli impermeabili con dentro lo stupefacente, destinato probabilmente ad essere distribuito sul mercato di Aprilia e della provincia pontina. Il valore sul mercato dello stupefacente si aggira intorno a un milione di euro. Ad insospettire i carabinieri è stata la targa francese apposta sull'Audi, che era visibilmente rovinata. Gli occupanti hanno poi tradito un certo nervosismo, che ha spinto i militari ad approfondire gli accertamenti.

Ad una più attenta analisi è emerso che le targhe erano interscambiabili. Il sospetto è che l'Audi sia transitata in Francia e che poi abbia cambiato targa per arrivare in Italia. A bordo di un veicolo c'era l'uomo di nazionalità marocchina con diversi precedenti penali insieme a una donna italiana, originaria di Anagni ma residente ad Aprilia, anche lei con piccoli precedenti a carico; sull'altro c'era il secondo marocchino, incensurato, ma con documenti falsi. 

In manette sono finiti Michela Palladinelli, 41 anni, Aziz Bucrab, 34 anni, e Hamid Jemal, 36.  La donna si trova ora in carcere a Rebibbia, i due uomii nella casa circondariale di Latina. Il carico di droga, diviso in panetti, è stato sequestrato e le indagini dei carabinieri puntano ora a chiarire la sua provenienza. Altri accertamenti sono in corso sui tre soggetti e sulle auto utilizzate per il trasporto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pestaggio in strada: vittima un 36enne di Latina. Caccia agli aggressori

  • Cronaca

    Trasporto pubblico, il Consiglio di Stato boccia definitivamente il ricorso di Schiaffini

  • Cronaca

    Polizia in zona pub, rifiuta il drug test e chiama il suo avvocato: lui arriva ubriaco

  • Cronaca

    Sabaudia, maltrattava moglie e figli: condannato a due anni e tre mesi

I più letti della settimana

  • Cisterna, insulti dai genitori. Il capitano 17enne interrompe la partita: “Fateci giocare in pace”

  • Polizia in zona pub, rifiuta il drug test e chiama il suo avvocato: lui arriva ubriaco

  • Operazione San Valentino, banda dei furti in villa in manette: i nomi degli arrestati

  • Parco dei Monti Aurunci, straordinario avvistamento di un gatto selvatico

  • Carni invase dalla muffa nella cella frigorifera: caseificio aziendale chiuso dai Nas

  • Latina, sgominata la banda dei furti in villa: dieci arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento