Edilizia scolastica, Bruni e Chiarato: “Numerosi e tempestivi gli interventi”

I due consiglieri comunali fanno il punto della situazione in merito ai fondi ricevuti dall’amministrazione e agli interventi di manutenzione nelle scuole dopo l’incontro con l’assessore Di Rubbo

Si continua a parlare di edilizia scolastica nel capoluogo pontino. A prendere la parola, questa volta, sono i consiglieri comunali Gianni Chiarato e Cesare Bruni, a seguito di un incontro avuto con l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Di Rubbo.

Il confronto, spiegano i due consiglieri, ha dato “conferma delle numerose e tempestive attività poste in essere dall’assessorato per cercare di reperire fondi necessari ad effettuare interventi di manutenzione o migliorativi dei plessi scolastici comunali, ad integrazione delle risorse messe a disposizione dall’amministrazione comunale. I documenti esaminati testimoniano il buon lavoro fatto dall’assessore ma anche che l’Amministrazione ha come priorità l’attenzione verso il mondo della scuola”.

“Prima di tutto – affermano i consiglieri Bruni e Chiarato – ci preme evidenziare che il Comune di Latina, contrariamente a quanto affermato dalla consigliera comunale Nicoletta Zuliani, con documento del 15.12.2014 (prot. N. 167858) ha aderito alla possibilità di richiesta fondi 8 x mille, che lo Stato può destinare proprio all’edilizia scolastica dei Comuni che ne fanno richiesta. Siamo invece in attesa che la Regione convochi la prevista commissione in materia.

Riguardo invece all’ultima legge regionale per il finanziamento delle scuole, resa esecutiva il 13.02.205, è appena il caso di rilevare che su più di un milione di euro di somme a disposizione il Comune di Latina è stato finanziato per 88mila euro, una cifra davvero esigua rispetto alle cifre faraoniche sbandierate e rispetto ai 74 plessi scolastici della nostra città.
Per quanto riguarda, inoltre, le richieste di finanziamento per interventi di edilizia scolastica, nell’ultimo anno e mezzo il Comune di Latina ha inoltrato alla Regione ben 16 istanze per ottenere fondi: solo per una abbiamo ottenuto risposta, peraltro negativa, relativa alla scuola materna di Tor Tre Ponti, mentre per le restanti 15 dalla Regione abbiamo ricevuto solo silenzi.

I finanziamenti richiesti alla Regione, assessorato alle infrastrutture, hanno riguardato in particolare i seguenti edifici scolastici:
1) Scuola elementare Borgo San Michele
2) Scuola elementare vai Po
3) Scuola media Corradini
4) Scuola materna Borgo S. Maria
5) Scuola media Borgo Carso
6) Scuola media Borgo Sabotino
7) Scuola elementare Borgo Faiti
8) Scuola media A. Manuzio
9) Scuola media L. Da Vinci
10) Scuola elementare Tor Tre Ponti
10) Vari edifici scolastici per centrali termiche
11) Edificio ex scuola elementare strada Uccellara

Il nostro invito alla consigliera Zuliani, quindi, è di informarsi meglio prima di lanciare accuse, ma anche di ricordarsi che svolgere il dovere di rappresentante dei cittadini di Latina non si esaurisce rilasciando dichiarazioni alla stampa ma sollecitando la Regione, anche se espressione della propria parte politica, a rispondere alle varie istanze presentate dal Comune di Latina e ad attivarsi per far giungere i fondi, richiesti alla Regione, necessari a realizzare interventi per le nostre scuole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento