Emergenza freddo, la vigilia di Natale riapre il dormitorio a Formia

Il centro di accoglienza temporaneo anche quest’anno è stato installato sul piazzale Vespucci aprirà la sera del 24 dicembre e per l’occasione sarà offerta anche una cena di Natale ai senzatetto. Chiuderà a fine febbraio 2016

L’inverno è ormai arrivato e per far fronte all’emergenza freddo e dare dimora ai numerosi senzatetto, l’amministrazione comunale di Formia ha deciso di aprire la vigilia di Natale il centro di accoglienza temporaneo che anche quest’anno è stato installato sul piazzale Vespucci.

Stamattina si è tenuta la conferenza dei servizi finalizzata a definire i prossimi interventi. Allo stesso tavolo con il Comune c’erano i rappresentanti locali delle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Polizia locale), il Comitato locale sud pontino della Croce Rossa e la Caritas di Formia.

“Il centro - spiegano dal Comune -, affidato in gestione alla Croce Rossa Italiana, aprirà la sera del 24 dicembre e chiuderà a fine febbraio 2016. Sarà ricavato all’interno di una tensostruttura lunga dieci metri e larga quindici che sarà installata nell’area più riparata del piazzale Vespucci. Avrà spazi separati per uomini e donne, servizi igienici e cucce da esterno per cani dotate di pedana e copertura, così da garantire riparo anche agli amici a quattro zampe dei senzatetto che si rivolgeranno alla struttura. Quest’anno gli ospiti potranno contare anche su docce al coperto poste all’interno del tendone”.

La sera di Natale sarà preparata una cena natalizia. Non è previsto un servizio mensa ma la Caritas si è detta disponibile ad offrire un pasto caldo tutti i giorni, anche a Natale.

“Quella degli ultimi due anni – spiega l’assessore alle Politiche Sociali Giovanni D’Angiò – è stata un’esperienza assolutamente positiva. Tante persone vi si sono rivolte, provenienti dall’intera provincia. Abbiamo lavorato per rendere il centro sempre più confortevole e accogliente, senza dimenticare che si tratta di un centro di accoglienza essenzialmente notturno che intende offrire alle persone senza fissa dimora un tetto sulla testa per sfuggire ai rigori del freddo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mi preme ringraziare la Guardia Costiera – conclude il sindaco Sandro Bartolomeo - per la disponibilità e sensibilità che dimostra ogni anno ospitando la struttura nell’area portuale. Allo stesso modo ringrazio le forze dell’ordine per i controlli che sapranno garantire e la Croce Rossa per il grande contributo di umanità e professionalità che saprà mettere in campo anche quest’anno nella gestione del centro. L’accoglienza è un valore da coltivare con l’impegno concreto ed è quanto stiamo cercando di fare. La città – conclude – ha già dimostrato di sapersi assumere le sue responsabilità con disciplina, solidarietà e un profondo senso di umanità”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento