“Sisma e poi...”, giornata di studio e riflessione sull’emergenza terremoto del centro Italia

L'appuntamento ad Aprilia organizzato dall'Anpas regionale. L'incontro ha rappresentato l'occasione per un confronto diretto tra i volontari che hanno prestato soccorso alle popolazioni colpite dal sisma anche nelle prime ore dell'emergenza

“Sisma e poi…”: c’è stata ad Aprilia nella giornata di domenica 19 marzo la giornata di approfondimento, promossa dall’Anpas regionale, sull’emergenza causata dal terremoto che lo scorso agosto ha colpito il reatino e il centro Italia.

L’iniziativa ha visto la presenza di circa cento delegati della protezione civile da tutta la Regione Lazio e dei delegati nazionali e dei funzionari del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile; è stata organizzata presso Culturaprilia (ex Claudia). Vi hanno preso parte anche i volontari dell’Associazione cittadina Cb Rondine e, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, l’Assessore delegato Francesca Barbaliscia.

L’incontro ha rappresentato l’occasione per un confronto diretto tra i volontari che hanno prestato soccorso alle popolazioni colpite dal sisma anche nelle prime ore dell’emergenza. 

“L’Anpas - viene spiegato - ha condotto l’iniziativa utilizzando la tecnica dell’Open Space, un metodo di coinvolgimento di tutti i protagonisti che permette la partecipazione guidata da un tema conduttore e da una domanda proposta al fine di ‘aprire’ la conversazione. Il metodo si concretizza nella realizzazione di gruppi di lavoro e discussione all’interno di tavoli tematici. L’approfondimento delle necessità in caso di emergenza sismica ha portato all’allestimento dei tavoli di lavoro relativi alle attività sociali, attività sanitarie, nonché gestionali della cucina e della logistica”.