Patrimonio enogastronomico pontino: un protocollo d'intesa tra Comune e produttori

Partecipano all'intesa anche la Camera di Commercio e l'istituto agrario San Benedetto. Secondo l'assessore alle Attività produttive Felice Costanti è il primo passo per realizzare la "casa dell'enogastronomia dell'agro pontino"

Un protocollo d’intesa tra il Comune di Latina, la Camera di Commercio, l’associazione “Strada del Vino” e l’Istituto scolastico “San Benedetto”. Obiettivo: avviare strategie di sviluppo locale tese alla valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio enogastronomico, turistico, culturale e ambientale della provincia pontina. 

"La firma di questo protocollo è il primo passo verso la realizzazione della “Casa dell’Enogastronomia dell’Agro pontino” – ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive e al Turismo Felice Costanti – un progetto inserito nelle linee programmatiche di mandato e che, a seguito della sottoscrizione di questa intesa, sarà possibile affidare in gestione alla “Strada del Vino” affinché l’associazione, che mette in filiera le realtà enogastronomiche della nostra provincia, abbia finalmente una sede permanente, adeguata a questo importante sodalizio di imprese. L’idea, già condivisa con Arsial e con la Regione, sarebbe di realizzare la quarta Enoteca del Lazio all'interno del Museo della Terra Pontina che in questo modo abbinerebbe l’esposizione di ciò che testimonia la bonifica del nostro territorio con l’esaltazione dei migliori frutti che queste terre bonificate ci danno oggi".

"La Camera di Commercio di Latina – ha spiegato il Commissario straordinario dell’ente Mauro Zappia – aderisce alla “Strada del Vino” dal 2010 e quest’intesa rappresenta oggi  anche un modo nuovo di esplicare la funzione camerale, di supporto tecnico e coordinamento delle politiche di sviluppo del territorio. E’ un esperimento che, nell’ esecuzione delle successive fasi progettuali, nelle quali anche il tema dell’alternanza scuola-lavoro troverà adeguato e fattivo riconoscimento, ci auguriamo diventi una best practice per altre Camere di Commercio". Per Marco Carpineti, presidente della “Strada del Vino”, "con la firma di oggi inizia un nuovo percorso: mettendo insieme le istituzioni e le aziende possiamo avere a costo zero dei benefici in termini di sviluppo del nostro territorio. E’ proprio questo il messaggio insito nella sottoscrizione di quest’intesa: le istituzioni devono camminare sottobraccio con le imprese del territorio perché se crescono le imprese crescono anche l’economia e la cultura".

Un aspetto di questa intesa sarà la possibilità di sviluppare progetti di alternanza scuola-lavoro portando gli studenti dell’Agrario “San Benedetto” all’interno delle realtà aziendali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A fine ottobre si terrà un evento dedicato alla presentazione del progetto nei dettagli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

Torna su
LatinaToday è in caricamento