Erosione al lido, stop ai lavori in difesa della costa: appello di Cirilli

L'allarme dell'assessore all'Ambiente: "Alla vigilia della stagione balneare, problemi tecnico/amministrativi in Regione, stanno ritardando gli interventi. Il rischio è quello di vederli rinviati a dopo l'estate"

Ancora ritardi nei lavori sul litorale di Latina per fronteggiare l’erosione della costa. L’appello arriva ora dall’assessore all’Ambiente Fabrizio Cirilli dal momento che “alla vigilia dell’inizio della stagione balneare, problemi tecnico/amministrativi in Regione, stanno ritardando la realizzazione degli interventi di completamento previsti per la ricostruzione del tratto di litorale attaccato all’erosione”.

Il rischio è quello di vedere rinviati a dopo l’estate gli interventi di ripascimento che si sarebbero dovuti realizzare prima dell’inizio dell’imminente stagione balneare. “Se ciò dovesse accadere – prosegue Cirilli - sarebbe un gravissimo danno per il territorio, sia perché il mancato completamento del progetto inficerebbe di fatto il lavoro svolto durante l’inverno, sia perché metterebbe a serio rischio un tratto importante della nostra marina che si troverebbe completamente vulnerabile rispetto alle consuete mareggiate estive (in particolar modo quelle di inizi stagione e quelle di metà agosto)”.

“È questo il motivo per cui pur stando costantemente in contatto con l’Ardis e con la Regione Lazio – prosegue l’assessore -, sento il bisogno di fare un appello anche ai consiglieri regionali pontini, al fine di prendere coscienza del serio rischio cui il nostro territorio sta andando incontro e in un ottica di sinergia istituzionale attivarsi affinché si possa, seppur già sul filo di lana, sbloccare la situazione e dare inizio ai lavori. Nel dare atto della loro sensibilità ed operatività non ho dubbi che ciò avvenga, ma è importante che avvenga subito”.

L’assessore Cirilli ricorda anche il programma degli interventi sul litorale del capoluogo:
-    Il I° lotto dei lavori che si sarebbe dovuto completare prima dell’inizio della scorsa stagione, venne completato durante l’inverno scorso a causa di errori tecnico procedurali della Regione Lazio, in fase di aggiudicazione della gara.
-    A fronte di tale ritardo, alcune mareggiate, particolarmente violente avevano provocato seri danni e momentaneamente interrotto un breve tratto di litorale.
-    Il primo intervento di lavori, ora completato, è consentito nella rimodulazione delle ultime scogliere (quelle realizzate in un secondo momento rispetto all’intervento inziale del 2004) ed un posizionamento di 25 mila metri cubi di sabbia con il compito di arginare e posizionarsi naturalmente sul fondo per ridurre l’altezza del fondale a ridosso della battigia.
-    Il secondo intervento previsto, ad oggi bloccato a Roma per problemi tecnico/amministrativi prevede un ulteriore posizionamento di oltre 45 mila metri cubi di sabbia per completare e mettere in sicurezza il tratto di costa sino alla “Via Casilina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro in un'azienda di Sermoneta: un operaio resta ustionato

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

Torna su
LatinaToday è in caricamento