Eternit sui capannoni sulla Bassianese, Quattrola: “Intervenga il Comune”

Dopo l'interrogazione del consigliere Sarubbo, il coordinatore del Circolo Pd Latina Centro chiede più attenzione da parte dell'amministrazione sulla questione sollevata dal comitato di quartiere

Stato di degrado dell'isola ecologica di via Bassianese

A distanza di qualche giorno torna d’attualità il caso del degrado nell'isola ecologica e della presenza di eternit sui capannoni all'interno dell'area occupata dalla Latina Ambiente lungo la strada Bassianese a Latina.

L’allarme è stato lanciato qualche giorno fa dal “Comitato Tullio Cozzi, pioniere della bonifica del 1932” per portare l’attenzione delle istituzioni sulla delicatissima questione ambientale.

A prendere la parola oggi è il coordinatore del Circolo Pd Latina Centro, Gioacchino Quattrola, il quale invita l’amministrazione ad intervento immediato per porre rimedio alla difficile situazione.

“Bene fa il Comune di Latina ad intervenire su casi come quello dell'Azienda Avicola di borgo Bainsizza dove in presenza di un rischio per la salute dei nostri concittadini, determinato dalla presenza di eternit sui capannoni dell'azienda, ordina una serie di interventi miranti alla tutela della salute pubblica. Stessa attenzione dovrebbe nutrire nei confronti dei concittadini di strada Bassianese, riunitisi nel “Comitato Tullio Cozzi, pioniere della bonifica del 1932”, che nei giorni scorsi hanno denunciato una forte situazione di degrado rappresentata dalla presenza di eternit sui capannoni all'interno dell'area occupata dalla Latina Ambiente e dagli scarichi provenienti dagli impianti dell'azienda che gestisce il servizio di raccolta rifiuti per conto del Comune”.

“Da quanto ci risulta – prosegue Quattrola - né l'assessore alla Protezione Civile né l'assessore all'Ambiente si sono recati sul posto per prendere provvedimenti urgenti rispetto ad una situazione preoccupante. Ci si sarebbe aspettati una pronta reazione da parte dell'amministrazione comunale, essendo tra l'altro proprietaria del sito e maggiore azionista della società Latina Ambiente”.

Nei giorni scorsi, il Partito Democratico, attraverso il consigliere Sarubbo, ha presentato un'interrogazione urgente all'assessore all'Ambiente e una richiesta di discussione del caso sollevato dal Comitato Tullio Cozzi alla prossima Commissione Ambiente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“A breve pertanto il caso sarà discusso nelle sedi istituzionalmente competenti. Nel frattempo il Partito Democratico non starà alla finestra e ritornerà a breve in via Bassianese a fianco del comitato e se necessario intraprenderà tutte le iniziative occorrenti, oltre a quelle già in corso, per una soluzione del caso nell'interesse dei cittadini e di Latina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento