Evade dai domiciliari e racconta di essere stato in ospedale: 22enne finisce in carcere

L'aggravamento della misura cautelare disposto dal giudice per Mario Gustavo Lazzarini, condannato per rapina aggravata e lesioni personali a un minorenne

Solo ieri era stato condannato a quattro anni per rapina aggravata in concorso e lesioni personali, per aver picchiato e rapinato un minorenne in pieno centro cittadino, poco più di un anno fa.  Mario Gustavo Lazzarini, 22 anni, è stato ora arrestato e condotto in carcere. Un aggravamento della misura cautelare disposto dal giudice Giuseppe Cario e scaturita dal fatto che il giovane, giò detenuto ai domiciliari, si era allonanato dalla propria abitazione senza autorizzazioni e senza giustificazione. 

Il ragazzo, controllato dagli agenti della squadra volante, non è stato trovato in casa e solo successivamente aveva spiegato di essersi recato al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Goretti dopo aver accusato un malore. Gli accertamenti compiuti dal personale della Volante hanno consentito però di verificare che il 22enne non si era mai recato in ospedale e che si era invece allontanato volontariamente dalla propria abitazione. Il caso è stato quindi segnalato all'autorità giudiziaria che ha emesso a suo carico un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Lazzarini, rintracciato dalla polizia, è stato quindi immediatamente associato alla casa circondariale di Latina.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento