Gaeta contro l’evasione fiscale, il Comune scende in campo

Protocollo d'Intesa firmato con l'Agenzia del Territorio al fine di fare chiarezza e contrastare l'evasione fiscale e per il miglioramento dei livelli di qualità dei servizi erogati al cittadino

Il Comune di Gaeta

Gli obiettivi sono miglioramento dei livelli di qualità dei servizi erogati al cittadino e lotta all’evasione fiscale.

Queste le motivazioni alla base della firma del protocollo tra il Comune di Gaeta e l’Agenzia del Territorio. La sottoscrizione dell’accordo c’è stato lo scorso 14 novembre e prevede il raggiungimento degli scopi attraverso l’aggiornamento e la regolarizzazione catastale del patrimonio immobiliare comunale e l’allineamento delle banche dati catastali e comunali.

L’atto è stato siglato dal sindaco Cosmo Mitrano e dal direttore regionale dell’Agenzia del Territorio Alberto Gandolfi, su delega del direttore generale Gabriella Alemanno. Presente anche il direttore provinciale dell’Agenzia del Territorio, Gabriele Prane.

“Attraverso questo Protocollo, vogliamo fare chiarezza nelle carte – ha affermato il Sindaco Cosmo Mitrano – senza alcun obiettivo persecutorio nei confronti dei cittadini, ma solo nella prospettiva di fare luce su diverse situazioni anomale o rimaste al buio da troppi anni riguardo a valori catastali, eventuali abusivismi e siti fantasma. Se da un lato ciò permetterà sicuramente di far emergere situazioni di evasione fiscali, e quindi di recuperare risorse finanziarie, dall’altro renderà più efficiente la macchina amministrativa consentendo anche un miglior dialogo con il cittadino”.

“Da non sottovalutare anche la verifica storica del patrimonio immobiliare cittadino che potrà realizzarsi sempre grazie al Protocollo siglato e che servirà a dare certezze riguardo la titolarità degli immobili”.

“Grazie al Protocollo firmato infatti sarà possibile espletare alcune pratiche direttamente in Comune evitando trasferte a Latina – fa sapere l’amministrazione -. Il Comune di Gaeta è uno dei pochi in Italia ad aver aderito a tale Protocollo che normalmente viene siglato solo dai Comuni Capoluogo, poiché richiede, per la sua attuazione, un notevole impiego di risorse umane, e quindi un super lavoro da parte degli uffici comunali. L’Amministrazione Mitrano ha effettuato tale scelta di collaborazione con l’Agenzia del Territorio, nonostante l’enorme impegno lavorativo richiesto, nella piena convinzione dei benefici e dei positivi riscontri che ricadranno sulla città di Gaeta”.

“La nostra Agenzia si occupa di settori ordinari mentre quelli meno ordinari dove maggiormente si nascondono sacche di elusione ed evasione necessitano la compartecipazione del Comune per la sua capillare conoscenza del territorio – ha commentato il direttore regionale Gandolfi. Per tale ragione ringraziamo l’amministrazione di Gaeta per la disponibilità dimostrata”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento