Gaeta contro l’evasione fiscale, il Comune scende in campo

Protocollo d'Intesa firmato con l'Agenzia del Territorio al fine di fare chiarezza e contrastare l'evasione fiscale e per il miglioramento dei livelli di qualità dei servizi erogati al cittadino

Il Comune di Gaeta

Gli obiettivi sono miglioramento dei livelli di qualità dei servizi erogati al cittadino e lotta all’evasione fiscale.

Queste le motivazioni alla base della firma del protocollo tra il Comune di Gaeta e l’Agenzia del Territorio. La sottoscrizione dell’accordo c’è stato lo scorso 14 novembre e prevede il raggiungimento degli scopi attraverso l’aggiornamento e la regolarizzazione catastale del patrimonio immobiliare comunale e l’allineamento delle banche dati catastali e comunali.

L’atto è stato siglato dal sindaco Cosmo Mitrano e dal direttore regionale dell’Agenzia del Territorio Alberto Gandolfi, su delega del direttore generale Gabriella Alemanno. Presente anche il direttore provinciale dell’Agenzia del Territorio, Gabriele Prane.

“Attraverso questo Protocollo, vogliamo fare chiarezza nelle carte – ha affermato il Sindaco Cosmo Mitrano – senza alcun obiettivo persecutorio nei confronti dei cittadini, ma solo nella prospettiva di fare luce su diverse situazioni anomale o rimaste al buio da troppi anni riguardo a valori catastali, eventuali abusivismi e siti fantasma. Se da un lato ciò permetterà sicuramente di far emergere situazioni di evasione fiscali, e quindi di recuperare risorse finanziarie, dall’altro renderà più efficiente la macchina amministrativa consentendo anche un miglior dialogo con il cittadino”.

“Da non sottovalutare anche la verifica storica del patrimonio immobiliare cittadino che potrà realizzarsi sempre grazie al Protocollo siglato e che servirà a dare certezze riguardo la titolarità degli immobili”.

“Grazie al Protocollo firmato infatti sarà possibile espletare alcune pratiche direttamente in Comune evitando trasferte a Latina – fa sapere l’amministrazione -. Il Comune di Gaeta è uno dei pochi in Italia ad aver aderito a tale Protocollo che normalmente viene siglato solo dai Comuni Capoluogo, poiché richiede, per la sua attuazione, un notevole impiego di risorse umane, e quindi un super lavoro da parte degli uffici comunali. L’Amministrazione Mitrano ha effettuato tale scelta di collaborazione con l’Agenzia del Territorio, nonostante l’enorme impegno lavorativo richiesto, nella piena convinzione dei benefici e dei positivi riscontri che ricadranno sulla città di Gaeta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La nostra Agenzia si occupa di settori ordinari mentre quelli meno ordinari dove maggiormente si nascondono sacche di elusione ed evasione necessitano la compartecipazione del Comune per la sua capillare conoscenza del territorio – ha commentato il direttore regionale Gandolfi. Per tale ragione ringraziamo l’amministrazione di Gaeta per la disponibilità dimostrata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento