Pericolo ordigno in una scuola ad Aprilia, era un falso allarme

L'episodio questa mattina nell'istituto di via Inghilterra. Dopo la telefonata di un mitomane le indagini delle forze dell'ordine che fortunatamente non hanno trovato nessuna bomba

Un episodio increscioso ha surriscaldato la vita della città di Aprilia questa mattina. Intorno alle 10.30 una telefonata anonima è stata effettuata alla scuola di via Inghilterra, presso il IV Circolo di didattico, durante la quale si informava della presenza, all’interno del plesso, di un ordigno esplosivo, con ogni probabilità posizionato nel box auto del piano interrato.

Ovviamente subito si è generato uno stato di allerta che fortunatamente è stato tenuto sotto controllo da parte della dirigenza scolastica che, dopo aver dato l’allarme alle forze dell’ordine e al sindaco Domenico D’Alessio, ha provveduto, senza causare traumi emotivi, a far evacuare i circa 200 studenti presenti nella scuola.

Subito sul posto sono arrivati gli agenti della polizia locale, della polizia di stato, dei carabineiri e i volontari della protezione civile che si sono subito accordati con il primo cittadino di Aprilia sulla condotta da tenere per tranquillizzare la cittadinanza e non creare allarmi ingiustificati. Immediatamente sono partite le verifiche da parte dei militari, e al termine delle ispezioni è stato accertato che l’allarme era assolutamente infondato e che la telefonata era stata fatta, con ogni probabilità da un mitomane.

Per questo motivo dagli agenti non è stato lanciato nessun ordine di evacuazione dall’edificio che è stato dichiarato in perfetta sicurezza; e dopo aver fatto tornare la tranquillità fra i cittadini, i militari si sono preoccupati di far rientrare gli alunni nelle classi.

Certo il pericolo è stato scongiurato e la situazione è stata sempre sotto controllo grazie all’intervento degli agenti, ma ora sarà compito delle forze dell’ordine, che sono a lavoro da questa mattina, continuare le indagini, cercare di risalire all’autore dell’irresponsabile gesto e chiarire le cause di quest’ultimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento