Trovato con le armi in auto si finge metronotte: denunciato dai carabinieri

L'uomo, 56enne di Santi Cosma e Damiano, è stato fermato dai carabinieri a San Giorgio a Liri, in provincia di Frosinone

E' stato fermato dai carabinieri a San Giorgio a Liri. In auto aveva armi e pistole, ma durante il controllo dei militari ha provato a far credere di essere una guardia giurata, mostrando una placca metallica. I carabinieri hanno però deciso di approfondire le verifiche e hanno denunciato un 56enne originario di Santi Cosma e Damiano per porto e detenzione abusiva di armi e usurpazione di titoli e oneri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando i militari gli hanno intimato l'alt e lo hanno fermato, l'uomo ha mostrato subito un certo nervosismo che ha insospettito i carabinieri. Grazie a una perquisizione dell'abitacolo è stato quindi possibile ritrovare due pistole con un colpo in canna. E a quel punto il pontino ha sostenuto, per giustificarsi, di essere una guardia giurata. Sono stati sufficienti rapidi accertamenti per scoprire che l'uomo stava mentendo e che era solo titolare di un porto d'armi per uso sportivo. Nella sua abitazione sono state trovate altre due carabine, cinque pistole, centinaia di cartucce di diverso calibro e un proiettile di uso militare. Tutte le armi sono state sequestrate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento