Borgo Bainsizza, raccolta firme dei residenti per una nuova farmacia

Sono 350 le firme raccolte dai residenti della zona per avere un presidio sul territorio. Intanto la consigliera del Pd Zuliani ha chiesto la convocazione urgente della Commissione Sanità

Trecentocinquanta firme per chiedere l’apertura di una farmacia a Borgo Bainsizza. Questa l’iniziativa intrapresa dai residenti della zona per avere un presidio sul territorio.

“I residenti di Borgo Bainsizza hanno raccolto 350 firme per avere una farmacia sul territorio. L’amministrazione deve tener conto delle richieste legittime di questa parte di popolazione” ha commentato la consigliera comunale del Pd, Nicoletta Zuliani, che torna così sul tema del riassetto delle farmacie sul territorio del Comune di Latina.

La Zuliani ricorda che la legge regionale del Lazio 27/2012 impone che ci sia “una farmacia ogni 3.300 abitanti”, mentre il Tar ha congelato le delibere della giunta comunale dell’aprile 2012 che individuavano la localizzazione delle nuove farmacie da aprire nel comune di Latina. “Secondo il tribunale amministrativo regionale la competenza è del consiglio comunale e non della giunta. La vera ratio della legge è quella di dotare di un servizio le zone che ne sono sprovviste. Il dettato dell'art.11, comma1, lett.c della legge n.27/12 richiede di 'assicurare un'equa distribuzione sul territorio, tenendo conto altresì dell'esigenza di garantire l'accessibilità al servizio a quei cittadini residenti anche in aree scarsamente abitate'".

“Il ricorso era stato presentato dai titolari di alcune farmacie – spiega la Zuliani – che come noi contestavano la dislocazione delle nuove sedi, in zone già servite, mentre altre zone restavano scoperte. Ci sono altre zone, soprattutto quelle più periferiche, interessate ad avere un presidio sanitario come la farmacia sul proprio territorio”.

La delibera di giunta bocciata dal Tar prevedeva nuove farmacie in Via Aspromonte, a Borgo Piave, a Pantanaccio, in Via Carrara e presso la stazione ferroviaria a Latina Scalo, in Q5 e al Morbella.  “Ho fatto questa mattina richiesta urgente di convocazione della Commissione Sanità – commenta la consigliera del Pd - che da tempo non si riunisce nonostante siano rimaste inevase molte delle nostra richieste e proposte come la Commissione Pari Opportunità, il Regolamento Consulta Famiglia/Infanzia/Adolescenza e la Costituzione Consulta Scuola. Ho anche avanzato alla presidenza del Consiglio a nome del gruppo del Pd l’elenco delle Commissioni Sanità che si sono tenute dall’inizio dell’anno con i relativi punti all’ordine del giorno. Questa vicenda mette in luce l’incapacità amministrativa di questo Comune: adesso con il nuovo Piano di integrazione-completamento del Servizio Farmaceutico Territoriale (Lg.27 24/03/2012) c’è una possibilità di riscatto che speriamo che questa maggioranza voglia cogliere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento