Il cinema italiano in provincia: “Compagni di Scuola” girato a Sabaudia

E' la splendida Villa Volpi sulle dune di Sabaudia ad ospitare la rimpatriata fra ex compagni di scuola organizzata a 15 anni da diploma nel film di Carlo Verdone girato nel 1988

Da Germi a Salce e Sordi, arrivando fino a Verdone, Castellitto, Moretti e Sorrentino: tanti i registi che nel tempo hanno scelto Sabaudia per fare da sfondo alle loro pellicole cinematografiche.

Sabaudia, le sue dune e il suo mare, i suoi scorci mozzafiato e i suoi paesaggi sin dai tempi di “Scipione l’Africano”hanno, infatti, da sempre ospitato set di film che poi sono diventati famosi in tutto il mondo.

E chi di voi non ha mai visto “Compagni di scuola”, il famosissimo film diretto ed interpretato da Carlo Verdone nel lontano 1988 nella spettacolare Villa Volpi proprio sulle dune di Sabaudia.
Nel cast una giovanissima e già bellissima Nancy Brilli, al suo fianco lo stesso Verdone insieme a ai grandi nomi del cinema italiano Christian De Sica, Massimo Ghini ed Eleonora Giorgi.

Ed è proprio Federica, interpretata da Nancy Brilly, un'affascinante 35enne, abbandonata dal ricco amante che l'ha mantenuta per anni, a dare vita a quella che viene presentata come una “rimpatriata” tra ex compagni di scuola a 15 anni dal diploma. Location la sua bellissima villa - appunto Villa Volpi - ed estremamente variegata la galleria di personaggi che via via nel corso del film mettono in mostra anche i loro limiti e le loro frustrazionia; in pochi in quei 15 anni si sono veramente realizzati e così si passa dal professore di liceo in crisi esistenziale con un'amante giovane all’arrivista politicante passando per l’attore fallito, l’arricchito spaccone o la femminista arrabbiata per due ore di pura comicità su cui aleggia comunque un velo di malinconia.

La stessa Villa Volpi di Sabaudia è stata set anche di altri film molto famosi come “Scipione l’Africano” (pellicola in cui debuttò, appena diciassettenne Alberto Sordi) a “Divorzio all’Italiana”.

villa_volpi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento