Simulano con le armi scene di camorra da postare sui social: 13 denunciati

E’ accaduto al cimitero di Formia; l’intervento della polizia dopo la segnalazione al 113. Denunciati ragazzi tra i 21 e i 34 anni; sequestrati sei tra pistole e fucili, poi rivelatisi giocattoli

Commissariato di polizia di Formia

Con armi, poi rivelatesi giocattolo, simulano scene di camorra per poi postarle sui social network: l’incredibile storia arriva da Formia e ha visto 13 ragazzi essere denunciati dalla polizia. 

L’allarme per la presenza di persone armate

L’allarme è scattato nel pomeriggio di ieri, domenica 5 agosto, a Formia nei pressi del cimitero dove la polizia è intervenuta in seguito ad una segnalazione arrivata al 113 per la presenza di persone armate. Una segnalazione che ha destato grande preoccupazione, vista la gravità di quanto riferito; subito sul posto sono giunti gli agenti della Squadra Volante del locale Commissariato che hanno effettivamente rivelato la presenza di alcuni giovani che brandendo delle armi, rivelatesi poi tipo giocattolo, erano intenti a simulare finte azioni criminali di stampo camorristico riprese con i telefonini e postate sui social.

Tredici persone identificate

Subito sono stati fermati ed identificati; si tratta di 13 giovani di età comprese tra i 21 e i 34 anni che sono stati denunciati in stato di libertà dalla polizia reato di procurato allarme, avendo “utilizzato riproduzioni di armi per delle riprese in luogo pubblico senza aver richiesto le previste autorizzazioni”.

Armi sequestrate

Nel corso dell’attività gli agenti del Commissariato di Formia hanno poi sequestrato sei armi giocattolo, tra fucili e pistole. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento