Si spacciano per operatori della Formia Rifiuti Zero ed entrano in casa: il Comune avverte i cittadini

Forse una truffa o tentativi di furto. L'amministrazione di Formia avvisa la cittadinanza che nessun incaricato della società sta effettuando distribuzione porta a porta

Il Comune di Formia

Hanno bussato alla porta di diversi cittadini di Formia, in zona San Pietro, qualificandosi come incaricati della Formia Rifiuti Zero e affermando di dover procedere alla distribuzione dei calendari della raccolta differenziata in città. Ma il Comune avvisa: "Nessun incaricato della Formia Rifiuti Zero sta effettuando distribuzione porta a porta né dei sacchetti della differenziata né dei calendari".

L'amministrazione raccomanda quindi alla cittadinanza di "prestare la massima attenzione e non aprire la porta a persone che si potrebbero presentare presso l’abitazione come incaricati della società".

Si presume infatti si tratti di malintenzionati che potrebbero tentare di entrare in casa con diversi pretesti: l’obiettivo potrebbe essere il furto oppure la proposta di vere e proprie truffe. L'amministrazione comunale di Formia invita dunque i cittadini a segnalare i tentativi di contatto o la presenza di malintenzionati alle forze dell'ordine. Per qualsiasi chiarimento è possibile contattare la Formia Rifiuti Zero al numero verde 800911334, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 o via mail all'indirizzo info@formiarifiutizero.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • Investimento mortale sui binari, sospesa la circolazione dei treni sulla Roma-Napoli

  • Latina: concorso pubblico per l’assunzione di tre figure a tempo indeterminato in Comune

Torna su
LatinaToday è in caricamento