Giorno del Ricordo, CasaPound commemora le vittime delle foibe a Villaggio Trieste

L’iniziativa mercoledì 10 febbraio alle 19 presso il monumento dei martiri delle foibe presso il Villaggio Trieste: “Staremo fermi in silenzio e accenderemo fiaccole per squarciare il buio"

CasaPound commemora le vittime delle foibe. La manifestazione si terrà mercoledì 10 febbraio alle 19, in occasione del Giorno del Ricordo, presso il monumento dei martiri delle foibe presso il Villaggio Trieste.

"Mi fecero marciare sulle sterpaglie a piedi nudi, legato col filo di ferro ad un amico che dopo pochi passi svenne e così io, camminando, me lo trascinavo dietro. Poi una voce in slavo gridò: ‘Alt!’. Abbassai lo sguardo e la vidi: una fessura profonda nel terreno, come un enorme inghiottitoio. Ero sull’orlo di una foiba. Allora tutto fu chiaro: era arrivato il momento di morire”.

"Queste sono le parole tratte da un racconto di un sopravvissuto - riporta Marco Savastano, responsabile di CP Latina -, ed ogni volta che le leggo fanno venire i brividi. E pensare che c'è ancora chi ironizza sulle nostre commemorazioni in onore dei Martiri delle Foibe con la "battuta": ‘E le foibe?’.

"E noi a questi imbecilli rispondiamo come sempre con la nostra forza tranquilla. Staremo fermi in silenzio e accenderemo fiaccole per squarciare il buio, accanto terremo le bandiere italiane, di Fiume, di Istria e Dalmazia a mezz'asta per commemorare 20.000 italiani infoibati e per decenni derisi e dimenticati. Invitiamo i cittadini a partecipare con noi”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento