Fondi: sorpreso a cedere cocaina, poi la fuga sull’e-bike. Bloccato e arrestato dalla polizia

Ai domiciliari un uomo di 53 anni. Sequestrata droga per realizzare 47 dosi

Sorpreso a cedere cocaina ha provato a scappare a bordo della sua e-bike; una fuga che però è durata poco, è stato infatti bloccato e arrestato dalla polizia. L’operazione nella tarda serata di ieri, mercoledì 16 ottobre, a Fondi da parte degli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del locale Commissariato. 

Ad essere arrestato un uomo di 53 anni, noto pregiudicato del posto, notato dai poliziotti mentre tentava di cedere un involucro contenente della cocaina ad un altro pregiudicato fondano trovato in possesso di 1300 euro in banconote di diverso taglio, presumibilmente preparate per pagare la droga. 

Subito il 53enne ha cercato di seminare gli agenti nel traffico in sella alla sua e-bike ma è stato bloccato e trovato in possesso di un involucro contenete droga e nascosto in un pacchetto di sigarette. 

Arrestato l’uomo è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta stamattina in Tribunale a Latina. Il giudice, esaminati gli atti e ascoltati gli agenti e il 53enne, ha convalidato l’arresto disponendo per l’uomo i domiciliati a Fondi in attesa del processo. 

Nel corso dell’operazione è stata sequestrata cocaina utile per il confezionamento di 47 dosi. Da un ulteriore controllo all’interno di una roulotte parcheggiata in un terreno agricolo dove l’uomo abita, i poliziotti hanno rinvenuto anche alcune dosi di marjiuana presumibilmente detenuta per uso personale che hanno portato alla denuncia all’autorità amministrativa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento