A Fondi la prima unità cinofila della polizia locale: controlli in luoghi pubblici e scuole

Il cane da pastore belga Fiona sarà in dotazione al corpo. Quello di Fondi è il primo comando del Lazio a dotarsi dell'unità

Immagine di repertorio

E' operativa da alcuni giorni, a Fondi, l'unità cinofila della polizia locale, annunciata alcune settimane fa dal sindaco Salvatore De Meo e prevista dalla modifica e integrazione del regolamento di polizia locale approvata in Consiglio comunale.

A renderlo noto è il comandante Giuseppe Acquaro, comunicando che partiranno in città servizi mirati negli spazi pubblici, compresi quelli del centro storico, finalizzati alla vigilanza e al controllo degli stessi e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Quello di Fondi è il primo corpo di polizia locale nella regione Lazio ad essersi dotato di un’unità cinofila propria. Dopo un periodo di addestramento durato alcuni mesi presso il centro specializzato di Nettuno, il cane da pastore belga Fiona, in forza al comando, è dunque operativo e affiancherà gli agenti in servizi svolti anche in collaborazione con le altre forze dell’ordine del territorio.

"Alla ripresa delle attività scolastiche – dichiarano il sindaco De Meo e il comandante Acquaro – è nostra intenzione condividere con gli Istituti cittadini sia controlli nelle scuole a scopo preventivo, perché il contrasto allo spaccio è fondamentale per responsabilizzare i ragazzi e farli sentire al sicuro, che incontri con gli studenti mirati a sensibilizzarli sui rischi derivanti dal consumo di droghe".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento