Acqua torbida, rientrano i parametri: revocate ordinanze di non potabilità a Formia e Gaeta

Nuovi provvedimenti dei sindaci Villa e Mitrano che annulla i precedenti del 23 dicembre con cui si vietava l’uso e consumo dell’acqua a scopo potabile

Rientra il fenomeno della torbidità dell’acqua: il sindaco di Formia, Paola Villa, ha emesso oggi una nuova ordinanza che revoca quella di non potabilità che era stata firmata lo scorso 23 dicembre, come era accaduto anche in altri comuni del sud pontino. 

Acqua torbida: braccio di ferro tra Comune e Acqualatina

Vista la comunicazione con la quale la Asl - Dipartimento di Prevenzione UOC Igiene Alimentare e Nutrizione, si legge nel nuovo provvedimento del primo cittadino, annuncia “che gli esiti analitici trasmessi dall'Arpa Lazio di Latina relativi ai campionamenti effettuati in data 7/01/2020 confermano il rientro del parametro di torbidità e l'assenza di carica microbiologica; sussistono i presupposti per la revoca dell'Ordinanza n.103 del 23 dicembre 2019”. Nell’ordinanza del 23 dicembre, infatti, veniva disposto il “divieto, su tutto il territorio comunale dell’uso e consumo dell’acqua a scopo potabile, in particolare l’uso dell’acqua come bevanda e per la preparazione dei cibi”.

Analoga ordinanza di revoca è stata emanata anche dal sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano. In considerazione della nota dell'ASL di Latina "con la quale si comunica che: 'gli esiti analitici trasmessi dall'Arpa Lazio di Latina in data odierna e relativi ai campionamenti effettuati da personale del SIAN in data 07/01/2020, confermano il rientro del parametro torbidità e l'assenza di carica microbiologica e pertanto esistono, al momento, le condizioni per la revoca delle precedenti Ordinanze di non potabilità'", si legge, è stato quindi emesso dal primo cittadino un nuovo provvedimento con cui si revoca l'ordinanza del 23 scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Investimento mortale sui binari, sospesa la circolazione dei treni sulla Roma-Napoli

Torna su
LatinaToday è in caricamento