Formia: lei decide di non sposarlo e lui la tormenta: a giudizio per stalking

L’imputato è un 38enne. Minacce, danneggiamenti e anche un finto manifesto funebre

Minacce e  insulti di ogni genere contro la fidanzata che aveva deciso di non sposarlo facendo saltare il matrimonio. Così un 38enne di Formia è stato rinviato a giudizio questa mattina dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina con l’accusa di stalking per una serie di fatti avvenuti tra Itri e Scauri nel 2013.

L’imputato secondo la denuncia della sua ex, dopo il mancato matrimonio avrebbe iniziato a tormentarla con ogni mezzo: frasi come “Ti si sta preparando un bel Natale”, “Abbiano piazzato tre esplosivi” fino ad arrivare al recapito della vittima e della sua famiglia di un manifesto funebre con la data della morte, l’invio di alcuni proiettili, il danneggiamento con la vernice rossa di due auto.

Insomma un vero e proprio inferno che alla fine ha indotto la ragazza a denunciare tutto. Ora il 38enne dovrà rispondere di tutto ciò davanti al giudice monocratico del Tribunale Simona Sergio nel processo che inizierà il 10 aprile prossimo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

Torna su
LatinaToday è in caricamento