Frana Monte Cucca, buone notizie per la riapertura della ferrovia a Terracina

Riunione in Regione: definiti i tempi per la riapertura della stazione, dopo la frana del settembre 2012: entro il 30 novembre sarà indetta la gara d'appalto e i lavori dovrebbero essere ultimati per l'inizio dell'estate

Ad oltre un anno dalla frana che ha interessato il Monte Cucca e messo ko la linea ferroviaria di Terracina, sembra che qualcosa inizi a muoversi, e il sindaco Nicola Procaccini si dice fiducioso sui tempi per la realizzazione dei lavori e la riapertura della stazione: entro novembre, infatti dovrebbe infatti essere indetta la gara d’appalto e per l’inizio della prossima stagione estiva i lavori dovrebbero essere ultimati.

Sono arrivate, quindi, notizie confortanti dalla riunione programmatica che nella mattinata di ieri si è svolta presso la Regione Lazio e durante la quale è stato presentato il progetto definitivo per la messa in sicurezza del Monte Cucca, pianificazione tecnica propedeutica proprio all’avvio dei lavori per la riapertura della stazione ferroviaria di Terracina.

All’incontro, oltre al sindaco Procaccini, ha partecipato l’assessore Emilio Selvaggi, i responsabili di R.F.I., l’ingegner  Dante Novello del Demanio della Regione Lazio, e Raniero De Filippis,  direttore del Dipartimento Istituzionale e Territorio della stessa regione.

“Da questo programmato incontro, nel corso del quale è stato presentato il progetto esecutivo da parte di R.F.I.,  – afferma il sindaco Nicola Procaccini – si è dato atto che si stanno rispettando i tempi annunciati, ed entro il 30 novembre la Regione Lazio convocherà la conferenza di servizi per indire  la gara di appalto.

Le opere da realizzare consisteranno nel costruire una barriera protettiva che si snoderà lungo l’asse del tratto ferroviario posto alle pendici del Monte Cucca, lavori che dureranno circa sei mesi, ma abbiamo la fondata speranza di poter riaprire la ferrovia all’inizio della prossima stagione estiva e non al termine della stessa, come inizialmente previsto.

La certezza, in ogni modo, è che gli atti amministrativi stanno procedendo secondo i piani prestabiliti, mentre la Regione Lazio ha già stanziato le somme necessarie per i lavori che riguardano il dissesto idrogeologico, quindi la messa in sicurezza dei tratti più rischiosi. All’interno dello specifico capitolo di bilancio è stato inoltre previsto anche il finanziamento per l’opera che riguarda il Monte Cucca: ovvero a messa in sicurezza del tratto ferroviario.

Mi corre l’obbligo ringraziare tutti gli enti che stanno attivamente collaborando - conclude Procaccini -, e un doppio plauso lo voglio indirizzate nei confronti del Comitato dei pendolari, il quale sta svolgendo una continua e meritoria attività di pressione popolare per la soluzione della problematica, il tutto nell’interesse dell’intera cittadinanza”.

Potrebbe interessarti

  • Sabaudia, è il giorno di Irene Grandi: concerto gratuito in piazza del Comune

  • Per Ferragosto la tradizionale processione della Madonna Stella Maris, ma non in mare

  • Sperlonga: una statua di sabbia e due palloni rossi giganti per l'uscita di "IT Capitolo Due"

  • Nuova disinfestazione contro le zanzare a Latina: tutte le date e le zone interessate

I più letti della settimana

  • Ferragosto 2019: gli eventi del 15 agosto a Latina e nella provincia pontina

  • Incidente stradale a Perugia, muore un 48enne di Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Terracina, raffica di furti durante una serata nello stabilimento balneare: arrestata la banda

  • Incidente ad Artena, cordoglio a Giulianello per la morte di Valerio Felici

  • Cisterna, panico dopo la festa di San Rocco: ruba un'auto e a folle velocità attraversa l'isola pedonale

Torna su
LatinaToday è in caricamento