Frode e corruzione nell'accoglienza dei migranti: l'indagine tocca anche a Latina

Un'operazione è scattata nella prima mattinata di oggi a Frosinone. Coinvolte oltre alla provincia di Latina anche Caserta, Isernia e Rieti

Due organizzazioni criminali attive nel settore dell'accoglienza dei migranti sono state scoperte nel corso di un'indagine condotta dal comando provinciale della Guardia di Finanza e dalla Questura di Frosinone. Una maxi operazione è scattata nelle prime ore della mattinata di oggi, 23 ottobre. Come riporta Frosinone Today, sono decine gli indagati e 18 le misure cautelari eseguite in tre diverse regioni (Lazio, Campana e Molise), in particolare nelle province di Frosinone, Latina, Rieti, Caserta e Isernia.  Scattati anche sequestri patrimoniali per oltre 3 milioni di euro. 

L'inchiesta, coordinata dal procuratore capo di Cassino Luciano d'Emmanuele e dal sostituto procuratore Alfredo Mattei, ha portato a scoprire un complesso sistema di frode che, anche grazie alla corruzioni di pubblici ufficiali e di sindaci, ha permesso ai componenti dell'organizzazione di appropriarsi indebitamente di ingenti somme di denaro. I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso della giornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento