Rompe il vetro e ruba in un’auto, visto da un poliziotto in pensione che lo fa arrestare

I fatti in pieno giorno all'angolo tra via Monti e via Papiniano, nei pressi del Tribunale di Latina. In manette un uomo di 43 anni bloccato dagli uomini della Volante allertati dal collega in pensione

Ruba in un’auto in sosta in pieno giorno e a due passi dal centro, ma si imbatte in un poliziotto in pensione che lo fa arrestare. E’ finito così in manette un uomo di 43 anni di origini tunisine. L’episodio nella tarda mattinata di ieri, venerdì 28 aprile, a Latina. 

Era intorno alle 12.30 quando l’uomo è entrato in azione all’angolo tra via Monti e via Papiniano, non lontano dal Tribunale: dopo aver infranto il vetro della portiera posteriore di un’auto e rubato dall’interno una borsa, ha cercato di dileguarsi nelle vie limitrofe.

Quanto accaduto, però, non è passato inosservato ad un ex poliziotto della Questura da poche settimane in pensione che ha notato tutto e che antenendosi in stretto contatto con i suoi ex colleghi del 113, senza perdere di vista l’autore del furto, ha comunicato agli operatori tutti gli spostamenti dell’uomo consentendo agli agenti delle Volanti immediatamente giunti sul posto di bloccarlo. 

Rintracciata la proprietaria della vettura, la donna ha sporto denuncia mentre il 43enne è stato arrestato per furto aggravato.E’ stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento