Furto di batterie dal ponte radio: convalidati i due arresti. Proseguono le indagini

La decisione del giudice che ha condannato i due uomini bloccati ad Aprilia dalla polizia stradale mentre caricavano la refurtiva in auto

Arresto convalidato per i due uomini finiti in manetta ad Aprilia dopo essere stati bloccati dalla polizia stradale mentre tentavano un furto di batterie delle antenne radio telefoniche. 

Questa mattina si è svolta al Tribunale di Latina l’udienza di convalida dell’arresto avvenuto in flagranza di reato dei due uomini di 35 e 37 anni,  il primo originario di Formia ma residente nel capoluogo pontino ed il secondo di Latina. I due, lo scorso giovedì, erano stati sorpresi dal personale della polizia stradale di Aprilia mentre asportavano batterie tampone dall'interno di un ponte radio della società Wind. 

Comparsi questa mattina in Tribunale, i due si son visti convalidare l’arresto dal giudice che al termine del rito immediato ha condannato il 35enne ad un anno di reclusione e l’altro ad otto mesi con la confisca e distruzione del materiale sequestrato. 

Per entrambi è stata disposta la scarcerazione mentre proseguono le indagini della polizia stradale di Aprilia. 

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi 2019, manca poco al via. Ecco quando iniziano a Latina e nel Lazio

  • Fumo vietato sulla spiaggia, arriva l’ordinanza “smoke free”. Multe fino a 500 euro

  • Gaeta: al Porto Antico arriva “Seabin”, il maxi bidone galleggiante attira rifiuti

  • Arriva l’"Estate delle meraviglie": oltre 350 eventi in 150 comuni del Lazio

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Pontina, ferito un motociclista: atterra l'elisoccorso

  • Terremoto a Roma, scossa avvertita anche in alcune zone di Latina e provincia

  • Tragedia familiare sfiorata a Cisterna: madre e figli salvati dalla polizia

  • Due capodogli morti a Ponza: la mamma ha cercato di liberare il figlio da una rete da pesca

  • Blitz antidroga a Cisterna, pusher ingoia ovuli di cocaina: sequestri e arresto

  • Omicidio Marino, due pentiti raccontano in videoconferenza l’eliminazione del boss

Torna su
LatinaToday è in caricamento