Furto e danneggiamneto al Manzoni, nel mirino il distributore automatico

Il tempestivo intervento dei carabinieri ha permesso di arrestare un giovane e denunciarne un altro; le accuse sono di furto aggravato e danneggiamento. Bloccati mentre tentavano la fuga

L'ingresso dell'istituto Manzoni a Latina

Sono stati bloccati dalle forze dell'ordine mentre tentavano di scappare a bordo di un’auto.

Durante la notte appena trascorsa due giovani sono stati fermati dai carabinieri intervenuti nei pressi dell’istituto Manzoni di Latina; uno di loro è stato arrestato l’altro denunciato per furto aggravato e per danneggiamento.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 3.30 ed immediato, quanto provvidenziale, è stato l’intervento dei militari del nucleo operativo e radiomobile del capoluogo.

I due dopo aver forzato la porta d’ingresso dell'istituto Manzoni si erano introdotti all’interno dell’istituto scolastico danneggiando un distributore automatico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio mentre tentavano la fuga a bordo di un’auto di uno di loro sono stati rintracciati e fermati dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento