Gaeta, telefono rubato e ancora in uso: così la polizia riesce a ritrovarlo. Due 19enni nei guai

Attraverso i tabulati e il tracciamento del codice Imei è stato scoperto che lo smartphone era ancora in uso con altri numeri. Denunciati due ragazzi di Napoli per ricettazione

A mesi di distanza dal furto la polizia è riuscita a recuperare un telefonino rubato a Gaeta. Al termine delle indagini due giovani di Napoli sono stati denunciati. 

Tutto parte dunque dalla Città del Golfo: in seguito alla denuncia sporta nell’estate scorsa per il furto di un telefono cellulare e di altri oggetti di valore sono state avviate le indagini da parte della polizia, coordinate dalla Procura di Cassino. Grazie all’acquisizione di tabulati telefonici e attraverso il tracciamento del codice Imei dell’apparecchio, è stato possibile stabilire come lo stesso fosse ancora in uso, con altre numerazioni telefoniche

Gli ulteriori accertamenti hanno portato poi a scoprire che nei mesi successivi al furto, infatti, all’interno del dispositivo erano state inserite due altre schede sim riconducibili a due giovani fidanzati residenti a Napoli, come confermato dall’analisi dei contatti telefonici.

I due 19enni, incensurati, sono stati rintracciati e denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione mentre lo smartphone, ritrovato in loro possesso, è stato sottoposto a sequestro penale in attesa dell’autorizzazione della competente autorità giudiziaria per la restituzione alla legittima proprietaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

  • Anche Latina avrà la sua festa di Carnevale: i carri sfilano martedì grasso

  • Traffico di auto e trattori rubati: altro colpo della polizia stradale alla banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento