Motore in avaria, un uomo e due bambini salvati dalla Guardia Costiera a Gaeta

Fine settimana impegnativo nel sud pontino per il mare mosso e il forte vento. Recuperati anche alcuni bagnanti in canoa e materassino

Bagnanti in difficoltà e imbarcazioni in avaria. E’ stato un fine settimana impegnativo per gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta  che sono intervenuti nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro”. Le operazioni di soccorso in mare hanno riguardato in particolare il litorale del sud pontino dove, a causa delle condizioni metereologiche molto variabili caratterizzate da un forte vento e di conseguenza da un mare mosso, natanti e persone si sono trovati in difficoltà. Per quanto riguarda la giornata di sabato, in seguito alla richiesta di aiuto per un presunto disperso in mare giunta alla sala operativa della Guardia Costiera,  sono partite le ricerche nella zona delle Scissure di Gaeta dove una persona, a causa delle onde eccessivamente alte, era in difficoltà. Le ricerche condotte dalla motovedetta della Guardia Costiera, con il supporto di un elicottero della Guardia di Finanza, hanno consentito di verificare che l’uomo era riuscito a raggiungere la riva.  La seconda segnalazione ha riguardato una imbarcazione in avaria con tre persone a bordo in località Ariana, sempre a Gaeta.

Particolarmente intensa anche l’attività nella giornata di domenica. Le motovedette della Guardia Costiera hanno prestato assistenza ad una unità da diporto e a due piccoli natanti: una, a Serapo, aveva il motore in avaria così i militari l’hanno raggiunta prendendo a bordo della motovedetta un adulto e tre bambini colpiti da malore riportandoli alla banchina Caboto. Fortunatamente i piccoli si sono ripresi e non è stata quindi necessaria l’assistenza medica.

Contemporaneamente l’altra motovedetta ha operato in località Torre Viola di Gaeta per soccorrere due persone in difficoltà su una canoa e una persona su un materassino. I tre malcapitati, recuperati e trasbordati a bordo della motovedetta sono stati condotti a terra. Due diportisti, invece sono stati sanzionati perché, a seguito di un controllo da parte della motovedetta in servizio di polizia marittima, sono stati colti a navigare nelle acque del Golfo senza avere a bordo i documenti dell’unità da diporto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Week end impegnativo anche per i comandi dipendenti di Terracina e Ponza. La motovedetta della Guardia Costiera di Ponza è dovuta intervenire per soccorrere un bagnante traumatizzato, con spalla fratturata, congiuntamente al personale sanitario del 118 in località Piscine Naturali nonché per dare assistenza ad una unità da diporto a bordo della quale uno degli occupanti aveva accusato un malore. La Guardia costiera di Terracina invece ha recuperato e portato in salvo un canoista che non riusciva a tornare a riva a causa della forte corrente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento