Gaeta, spiaggia libera occupata con ombrelloni e lettini: controlli e multe

L’attività nel weekend della Guardia Costiera nell’ambito dell’operazione estiva “Mare Sicuro”. Controlli anche in borghese dopo le segnalazioni sui social

Intenso fine settimana di lavoro per gli uomini della Guardia Costiera nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro”, per garantire la sicurezza di bagnanti e diportisti nonché il corretto espletamento delle attività balneari. 

Spiagge occupate

I controlli hanno interessato in particolare l'abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo. Sul litorale di Serapo a Gaeta la locale Guardia Costiera, al termine di mirati sopralluoghi e preventivi appostamenti, eseguiti anche con personale in abiti borghesi in modo da confondersi fra i bagnanti, è stato accertato che tratti di spiaggia libera erano stati occupati attraverso il preventivo ed arbitrario posizionamento di attrezzature balneari senza essere realmente occupate dai bagnanti

Dopo aver identificato i responsabili sono stati diffidati alla rimozione di tutto il materiale posizionato sull’arenile in difformità alla vigente normativa, per un totale di oltre 70 attrezzature (fra ombrelloni, lettini e sdraio); elevate sanzioni amministrative per oltre 6.000 euro.

L’operazione è stata possibile anche grazie alle attività investigativa e di monitoraggio eseguite dagli uomini della Guardia Costiera di Gaeta che hanno valorizzato le preziose informazione fornite dagli utenti del web attraverso vari “post” e relativi “commenti” pubblicati sui più importanti “social network” e tenuto conto di mirate segnalazioni.

Trasporta cannolicchi violando le norme igienico sanitarie: multato

Sicurezza in mare

Nell’ambito dei controlli effettuati sul demanio marittimo dalle pattuglie terrestri, diversi sono stati i verbali amministrativi elevati a carico di stabilimenti balneari per inosservanza delle prescrizioni dell’ordinanza di sicurezza balneare, per assenza del servizio di salvataggio ed irregolarità sulla detenzione delle previste dotazioni di sicurezza.

Il bilancio

Il complesso delle sanzioni amministrative comminate dai militari del Nucleo Operativo Polizia Ambientale – Guardia Costiera nel corso dei vari controlli, ha raggiunto la cifra di circa 15000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento