Formia, “I Graffialisti”: una mano tesa verso gli alluvionati

Un'asta di beneficienza per le comunità di Toscana e Liguria. L'associazione: "È un'occasione per dimostrare l'importanza della solidarietà, dell'amicizia e dell'amore per il prossimo"

Antonella Magliozzi, presidente dell'associazione culturale "I Graffialisti"

“Ogni Artista è dotato di una sensibilità tale da non riuscire a restare impassibile innanzi a tanta sofferenza, e, quindi, sente l’esigenza di intervenire, di partecipare, di agire: lo fa mettendo a disposizione sé stesso e tutto il suo “dire” attraverso l’Arte “. Questo è il leitmotiv che ha spinto gli artisti che fanno parte dell’associazione culturale “I Graffialisti” a mettere la propria “arte” al servizio della solidarietà e della beneficienza

E questo è il motivo principe che ha spinto numerosi pittori che fanno capo all’organizzazione pontina a scendere in campo per cercare di contribuire fattivamente in situazioni difficili e dolorose come quelle che hanno recentemente colpito alcuni piccoli comuni delle regioni Toscana e Liguria (tra cui, si ricordano: Borghetto Vara, Cassana, Rocchetta Vara, Vernazza, Monterosso, Pignone, Brugnato, Carrodano, Levanto, Corniglia, Villafranca, Pontremoli, Zeri), oltreché il capoluogo Ligure. 

Giovedì 15 dicembre 2011, dalle  17, presso le sale del prestigioso Grande Albergo Miramare di Formia, I Graffialisti, con il patrocinio del Comune di Formia, propongono l’Asta Benefica d’Arte Contemporanea, dal titolo “L’Arte dell’Anima (Più cuore nelle mani)”, in cui verranno esposte e battute opere realizzate da vari artisti, famosi ed emergenti. Il ricavato della vendita delle opere d’arte presentate sarà interamente devoluto in favore delle popolazioni alluvionate delle regioni Toscana e Liguria, andando a costruire una sorta di “ponte immaginario”, in un’epoca di crisi, non solo economica ma anche di valori.

Un gesto simbolico, un forte segno di amore e solidarietà verso chi purtroppo e suo malgrado è stato, ed è ancora costretto a convivere con una realtà disumana come quella dell’”alluvionato”. Tanto è stato fatto ma molto ancora è da fare. E allora, bisogna scendere tutti in campo e collaborare come meglio è possibile.

“È  un’occasione per dimostrare quanto importanti siano i valori della solidarietà, dell’amicizia e dell’amore per il prossimo, in un momento storico particolare come quello che stiamo vivendo, perché l’intero ricavato delle opere d’arte vendute sarà devoluto in beneficenza alle popolazioni alluvionate delle Regioni Toscana e Liguria” si legge in una nota dell’associazione.

Questa è la chiave del pensiero espresso dall’artista Antonella Magliozzi, Presidente dell’Associazione Artistica e Culturale de “I Graffialisti” che nasce con il precipuo scopo di diffondere la cultura e l’arte di ogni genere nel mondo, di sostenere il rispetto dell’ambiente, osservando e studiando la natura al fine di trarre insegnamenti utili e di favorire la sensibilità artistica attraverso contatti fra persone, enti e associazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento