“I nonni raccontano”, un concorso per ricostruire la storia di Latina

Rientra nelle celebrazioni per l'80esimo anniversario di Latina. L'obiettivo è coinvolgere i cittadini nella creazione di un elaborato con cui ripercorrere la storia del capoluogo

Raccontare la storia della città di Latina attraverso le parole, un’immagine o un elaborato grafico.

Questo in sintesi il concorso che rienatra nell’ambito delle celebrazioni per l’80esimo anniversario della città di Latina organizzato dell’Istituto Nastro Azzurro, l’Associazione Nazionale Combattente e Reduci, l’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi, l’Associazione Mutilati ed Invalidi di guerra, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, ed il movimento civico “Mi chiamo Littoria”, con il Patrocinio Morale del Comune di Latina.

Il concorso si intitola “I nonni raccontano: accadimenti, ricordi, immagini del vissuto storico del territorio pontino” e si pone l’obiettivo di coinvolgere i cittadini di ogni età, attraverso l’ideazione e la creazione di un elaborato artistico (un racconto, una ricerca, una foto, un elaborato grafico ecc.) sull’origine del territorio pontino, della bonifica e dei suoi nuovi insediamenti di fondazione, con particolare riferimento alla loro denominazione.

I migliori prodotti verranno poi raccolti all’interno di un quaderno commemorativo dei primi 80 anni di storia del capoluogo pontino, una storia di percorso fatto di immagini e racconti che aiuteranno i più giovani a conoscere la storia del territorio pontinio. Conosceranno la storia di chi, come i nostri nonni, quegli anni – da quando la palude pontina è stata bonificata alle prime costruzioni fino ad oggi -, la storia l’hanno vissuta sulla loro pelle.

“La finalità del concorso è quello di diffondere la memoria storica del nostro territorio, il suo carattere di nuovo insediamento realizzato con una popolazione di provenienza e cultura eterogenee, ricostruendo la metamorfosi del luogo – si legge in una nota delle associazioni che hanno organizzato il concorso. Sarebbe interessante riuscire a descrivere momenti di storia che non si trovano tra le pagine dei libri: i mestieri, i mezzi, gli strumenti e le azioni, raccogliendo in famiglia, o tra parenti ed amici, le testimonianze dei pionieri. Ricercando immagini, cartoline, scritti, documenti, diari, disegni, reconditi e aneddotici ricordi delle prime case, strade, piazze, scuole, insegne, autobus e quant’altro possa arricchire lo sviluppo dell’elaborato. Riuscendo a tratteggiare personaggi tipici, le loro consuetudini, il loro abbigliamento”.

Quindi riuscire a ricostruire momenti importanti per la storia della nostra città:

-    una tipica giornata cittadina o nel podere per cogliere l’essenza ed il senso di appartenenza al nuovo territorio;
-    la causa della percepibile assenza di una propria consolidata identità a seguito della “damnatio memoriae”;
-    determinare se il cambio del nome fu una giusta od una ingiusta imposizione;
-    esaminare i retroscena di una scelta giustificata dal fatto che il nome originario era sinonimo di evocazione di un regime decaduto;
-    analizzare le motivazioni che indussero alla sostituzione del nome del capoluogo a differenza delle altre cittadine e borghi del territorio.

DESTINATARI - Il concorso coinvolgerà i cittadini di Latina suddivisi in diverse categorie:

1. Alunni (o classi) delle scuole elementari;
2. Alunni (o classi) scuole medie;
3. Alunni (o classi) scuole medie superiori;
4. Studenti universitari (singoli o a gruppi);
5. I residenti di Latina (singoli o a gruppi).

Gli elaborati dovranno pervenire entro il 31 ottobre 2012, presso la sede dell’Istituto Nastro Azzurro sita in Latina Piazza San Marco, ex Opera Combattenti.

REGOLAMENTO - Coloro che aderiranno al concorso potranno scegliere liberamente come organizzare il lavoro.
1. l’adesione al concorso è gratuita;
2. è possibile partecipare per una sola categoria, la partecipazione a più categorie, comporta l’automatica esclusione dal concorso;
3. per la partecipazione alle categorie 1-2-3-4 è sufficiente essere studente in uno degli istituti di Latina, per la partecipazione alla categoria 5 è necessario essere residente nel Comune di Latina;
4. gli elaborati dovranno essere presentati, esclusivamente a mano, entro il 31 ottobre 2012 presso la sede dell’Istituto Nastro Azzurro, sita in Latina Piazza San Marco, ex Casa del Combattente.
5. gli elaborati dovranno essere presentati in busta chiusa, sulla quale deve essere scritta la frase “I Nonni raccontano”, specificando la categoria per la quale si intende partecipare. Ogni elaborato dovrà essere accompagnato da una scheda contenente i dati biografici e di contatto del partecipante, nonché della residenza per i partecipanti alla categoria 5;
6. gli elaborati saranno insindacabilmente valutati da una giuria appositamente scelta.
7. per informazioni e comunicazioni: Telefono 333/2652082 - Email – i nonni raccontano@libero.it
8. la premiazione avverrà il giorno 18 Dicembre 2012.

PREMI - La premiazione avverrà nel corso dei festeggiamenti per l’anniversario degli 80 anni della Città di Latina, con la consegna di una targa ricordo ed una borsa di studio di 500 € per ogni vincitore (singolo, classe o gruppo) di categoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento