Andreoli senza palazzetto, Cozzolino: “Serve un altro impianto”

In trasferta anche la Gara-2 delle semifinale scudetto per l'inadeguatezza del Palabianchini. Il consigliere Pd: "Subito un altro palazzetto o perderemo la pallavolo di serie A a Latina"

La gioia, la soddisfazione e la consapevolezza di aver compiuto un’impresa, purtroppo, a meno di 48 ore dal traguardo storico della semifinale scudetto lasciano il posto alle polemiche.

Dove giocherà l’Andreoli la gara di ritorno contro il Trento prevista per domenica 15 aprile? Il nodo potrebbe essere sciolto nelle prossime ore dalla società la quale ha annunciato la probalità di una trasferta a Frosinone per la partita casalinga dei pontini nelle semifinali.

Il successo dell’Andreoli ha spalancato, così, le porte all’ormai annoso problema della struttura di via dei Mille non abilitata ad ospitare grandi eventi come una semifinale scudetto. E cosa fare l’anno prossimo quando la compagine pontina dovrà disputare anche le coppe europee?

“Serve subito un palazzetto nuovo, altrimenti perderemo la pallavolo di serie A a Latina” dichiara senza mezzi termini Alessandro Cozzolino, consigliere comunale del Partito Democratico, dopo la notizia dell’approdo dell’Andreoli Top Volley alla semifinale dei play off.

“L’impianto non è a norma per eventi di questa importanza e la società è costretta a spostarsi a Roma o a Frosinone – denuncia Cozzolino –, ma questo problema è annoso. Inutile fare interventi estemporanei per alzare il tetto o installare una tribuna mobile spostando una parete”.

Visto lo storico risultato conseguito l’anno prossimo la squadra di pallavolo di Latina affronterà anche le coppe europee e quindi è assolutamente necessario fare presto e bene una nuova struttura. “Ci sono esempi di palazzetti costruiti in pochi mesi – aggiunge il consigliere riferendosi a Loreto dove in pochissimo tempo è stata costruita una struttura per 3.500 posti a sedere – o di strutture realizzate con la collaborazione di sponsor privati sul modello del Palalottomatica a Roma. Il Comune non pensi solo a dare il teatro ai privati, ma collabori con una società privata per dare a questa città una struttura sportiva di livello”.

La società per continuare la corsa scudetto sarà costretta ad affrontare un trasloco del campo che comprende anche le strutture degli sponsor, con un aggravio di costi che sarebbe stato evitato qualora conclude il consigliere Alessandro Cozzolino “il Comune avesse messo in campo politiche per lo sport serie e non limitate alla mera propaganda. Non c’è più tempo da perdere, l’amministrazione si muova per dare allo sport a Latina l’attenzione che merita. Il Pd si attiverà immediatamente per portare proposte e cercare una soluzione per la squadra e la città in vista dell'anno prossimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Miglior panettone del Lazio: un altro riconoscimento per Ferdinando Tammetta

Torna su
LatinaToday è in caricamento