Monte San Biagio, incendio al chiosco di fiori al cimitero: 2 arresti

Due uomini di 39 e 47 anni sono considerati i corresponsabili del rogo appiccato al chiosco per la rivendita di fiori nel piazzale antistante il cimitero. Gli arrestati sono stati ristretti ai domiciliari

Sono stati individuati e arrestati i presunti responsabile dell’incendio appiccato nel novembre scorso ad un chiosco di fiori all’esterno del cimitero di Monte San Biagio.

In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Latina, questa mattina le manette sono scattate ai polsi di un uomo di 47 anni, incensurato, e di un 39enne già noto alle forze dell’ordine, A. F.

Secondo quanto emerso dalle indagini condotte in questi mesi dai carabinieri, i due sarebbero corresponsabili dell’incendio al chiosco di fiori avvenuto nel pomeriggio del 19 novembre dello scorso anno.

In base agli accertamenti raccolti il movente sarebbe da ricollegare motivazione legate alle attività di onoranze funebri.

Dopo gli arresto i due sono stati ristretti ai domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento