Vasto rogo nel sud pontino, c'è la mano di un piromane: ritrovato un innesco

L'incendio a Santi Cosma e Damiano. L'oggetto rinvenuto in una zona non ancora bruciata. Inviata un'informativa in Procura

Un vasto incendio è divampato nel primo pomeriggio di ieri, 22 agosto, nel sud pontino, a Santi Cosma e Damiano. Il rogo ha interessato la zona di via Campitello - Cerri Aprano e ha distrutto una zona di pineta e macchia mediterranea. Sul posto è stato necessario l'intervento di mezzi aerei per le operazioni di spegnimento a causa della morfologia del territorio che non consentiva un'operazione efficace via terra. 

E' stato dunque inviato un dos che ha coordinato l'intervento e due canadair della flotta aerea antincendio del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, insieme a un elicottero della Regione Lazio. In supporto anche le squadre di volontari della protezione civile. 

Durante le fasi dell'operazione, il personale ha rinvenuto un innesco posizionato in un'area non ancora data alle fiamme, segno inequivocabile che ad agire è stato un piromane. L'innesco è stato sequestrato e preso in consegna dai vigili del fuoco che hanno inviato un'informativa in Procura per avviare le indagini e rintracciare il responsabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento