Pontireti per Libera, raccolta fondi per il Villaggio della Legalità

Quanto raccolto con lo stand all'interno del Mercatino della Memoria servirà per ricostruire il villaggio devastato dall'incendio del 1 gennaio

Pontireti in sostegno di Libera. In occasione della festa dell’associazione che si terrà il 15 giugno presso l’oratorio San Marco il presidente Tommaso Malandruccolo e la responsabile del movimento missioni Pontireti Laura Bruno, consegneranno al dottor Fabrizio Marras, responsabile del presidio di Libera a Latina, quanto raccolto nei due mesi con l’iniziativa in piazza del Popolo.

Da molto tempo, infatti, l’associazione Pontireti è presente con uno stand in Piazza del Popolo all’interno del “Mercatino della Memoria” per promuovere le attività dell’associazione stessa e raccogliere fondi tramite la vendita di piccole piante. Dal mese di marzo fino alla fine del mese di aprile gli incinassi dello stand sono stati devoluti a Libera, associazione nata nel 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia.

Quanto ricavato è un contributo alla riparazione dei danni subiti dal Villaggio della Legalità, “Serafino Famà” di borgo Sabotino, oggetto di un attentato incendiario  il 1 gennaio scorso, avvenuto all’indomani di un’intesa raggiunta fra Libera e Pontireti circa la realizzazione di un progetto che puntava a mettere a disposizione del territorio un servizio di aggregazione, alfabetizzazione e doposcuola popolare per minori in difficoltà.

“L'associazione – ha dichiarato Laura Bruno - ha voluto schierarsi concretamente con il dr. Fabrizio Marras, e con Flavia Famà, figlia dell’avvocato assassinato dalla mafia nel 1995, cui è dedicato il villaggio, e con tutti i volontari di Libera cui va la stima per l’attività svolta e la solidarietà per i continui attacchi subiti. L’associazione Pontireti crede fermamente che la cultura della legalità siano uno degli ingredienti principali nella crescita dell’essere umano”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Banda dei furti seriali, l'accusa chiede condanne per oltre 57 anni di carcere

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Ordinano condizionatori e pagano solo l'acconto: la merce era in un deposito in provincia di Latina

  • Cambio medico ed esenzioni ticket: ora si farà in Comune

Torna su
LatinaToday è in caricamento