Olimpia, le motivazioni del Riesame: vincolo associativo per le vicende sul Latina Calcio

Per i giudici del Riesame sugli appalti pubblici dati alle società amiche e sull'urbanistica non ci siano elementi per configurare l'associazione a delinquere; il vincolo associativo però resta per tutte le vicende che riguardano il Latina Calcio

Pasquale Maietta e Giovanni Di Giorgi

Il Tribunale del Riesame aveva rimesso in libertà tutti gli indagati dell’inchiesta Olimpia, che lo scorso 14 novembre aveva portato all’arresto nel capoluogo pontino di 15 persone tra politici, ex amministratori ed imprenditori. Oggi, le motivazioni della decisione chiariscono alcuni elementi importanti.

Sugli appalti pubblici dati alle società amiche e sull’urbanistica, i giudici hanno ritenuto che non ci siano elementi per configurare l’associazione a delinquere ipotizzata dalla Procura di Latina.

Il vincolo associativo però resta per tutte le vicende che riguardano il Latina Calcio. I giudici del Riesame parlano infatti di “un sodalizio, articolato sulla base di una ben precisa delimitazione di compiti tra i relativi partecipi, stabilmente finalizzato a orientare l’azione amministrativa in senso non conforme con il principio di buon andamento e imparzialità”.

Le motivazioni del Riesame chiariscono però che non sussistono esigenze cautelari, dal momento che la carica politica ricoperta dal sindaco Giovanni Di Giorgi era ormai cessata al momento degli arresti. La misura cautelare dunque, in carcere e ai domiciliari, era inattuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Resta in piedi, solo per il dirigente Ventura Monti, l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus: 12 casi in più in provincia, 13 i morti. Ma i guariti salgono a 21

Torna su
LatinaToday è in caricamento