Ragazza incinta muore nell'incidente, chiesti dieci anni e otto mesi per il compagno

Alessio Consalvi accusato di omicidio stradale aggravato per il decesso di Valentina Picca: guidava senza patente e assicurazione, sotto l'effetto di alcol e droga

Dieci anni e otto mesi di reclusione. Questa la condanna richiesta per Alessio Consalvi, il giovane di Cisterna che il 21 gennaio scorso aveva perso il controllo della sua vettura nella frazione di Le Castella ed era finito fuori strada provocando la morte della giovane compagna 27enne e incinta.

Il 30enne, assistito dagli avvocati Giancarlo Vitelli e Alessio Faiola, è comparso questa mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone chiamato a rispondere di omicidio stradale aggravato dalla assenza di assicurazione e patente, lesioni personali stradali gravissime, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed in stato di ebbrezza alcolica ed interruzione della gravidanza. La difesa ha chiesto che Consalvi, arrestato nel luglio scorso e tuttora in carcere, venga giudicato con il rito abbreviato per beneficiare dello sconto di un terzo della pena, richiesta accolta dal gup. Stamattina in aula il pubblico ministero Giuseppe Bontempo al termine della sua requisitoria ha chiesto una condanna a dieci anni e otto mesi di carcere. Poi l’udienza è stata rinviata a mercoledì prossimo 19 dicembre per le repliche e la sentenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quella sera nell’auto dell’imputato c’erano Valentina Picca, in stato interessante, e le due figlie di lei di 5 e 2 anni, tutti residenti a Cisterna. L’incidente era avvenuto su viale Kennedy dove il giovane, che andava a forte velocità, aveva perso il controllo ed era finito contro un palo dell’Enel ribaltandosi e prendendo parzialmente fuoco. La Picca era morta il 16 febbraio a causa delle lesioni riportate mentre le due bambine erano rimaste gravemente ferite.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento