Incidente a Fondi, giovane alla guida del Suv positivo al narcotest

Era stato arrestato con l'accusa di omicidio colposo perché scoperto alla guida ubriaco. Altri esami avrebbero accertato anche la presenza di cocaina nel sangue

Si fa sempre più grave la posizione di M. L., il giovane 23enne di Fondi che nella serata di mercoledì si trovava al volante del Suv che è finito fuori strada causando la morte dell’amico di 21 anni Cristian Nallo. Oltre ad aver bevuto troppo prima di mettersi alla guida il ragazzo fondano potrebbe anche aver fatto uso di sostanze stupefacenti.

Nella giornata di ieri, sottoposto al narcotest, sarebbe risultato positivo, evidenziando anche alcune tracce di cocaina nel sangue.

Ricordiamo che il 23enne era stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo perchè in seguito agli esami condotti dopo l'incidente era stato trovato con un tasso di alcol  ben 5 volte superiore al limite consentito dalla legge.

Ora M. L., ancora ricoverato al Fiorini di Terracina, è piantonato dalle forze dell’ordine che al momento della sua dimissione lo trasferiranno direttamente in carcere.

Intanto sono ancora gravi le condizioni di Mirko Mattei, uno degli altri tre ragazzi che erano a bordo del Bmw X5 che è ancora in coma.

Nella giornata di oggi sul corpo di Cristian Nallo sarà effettuata l’autopsia mentre i funerali sono previsti per domani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento