Integrazione, progetto per 8 migranti ad Aprilia: cureranno strade e aree verdi

L’iniziativa di risocializzazione sulla scorta del Protocollo d’Intesa siglato dal Comune ad agosto in Prefettura. Gli 8 migranti ospiti di un centro di accoglienza, si occuperanno del decoro generale della città e parteciperanno ad un progetto artistico parallelo

E’ stato avviato nei giorni scorsi ad Aprilia il progetto risocializzante cui stanno prendendo parte 8 migranti ospiti di un centro di accoglienza sul territorio comunale.

I migranti, sotto il coordinamento della cooperativa sociale pontina Karibù, spiegano dall’Amministrazione, presteranno servizi quali la pulizia delle strade, la manutenzione delle aree verdi, il decoro generale, e parteciperanno anche ad un progetto artistico parallelo per l’ornamento dei cubi di cemento spartitraffico che caratterizzano l’area industriale.

Alla giornata inaugurale del progetto hanno preso parte i vertici del Consorzio Industriale (CIAP) e, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, l’assessora ai Servizi Sociali Eva Torselli.

migranti_progetto_aprilia_1

“Il progetto risocializzante - ricordano dall’Amministrazione - è stato promosso sulla scorta del Protocollo d’Intesa siglato anche dal Comune di Aprilia lo scorso agosto in Prefettura con l’obiettivo di individuare forme di integrazione attraverso percorsi formativi ed educativi che, su base volontaria, potranno coinvolgere i richiedenti asilo in attività al servizio della comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

Torna su
LatinaToday è in caricamento