Interrogato in carcere, il maniaco della pista ciclabile nega le accuse

L'uomo era stato arrestato ieri dai carabinieri a Latina. E' ritenuto responsabile di due episodi. Si teme sia un comportamento seriale

Ha negato tutto il 37enne arrestato ieri dai carabinieri ed accusato di due episodi di violenza sessuale avvenuti a Latina, il 29 aprile e il 13 maggio scorsi. L'umo è stato ascoltato questa mattina in carcere dal giudice per le indagini preliminari Mara Mattioli e si è difeso respingendo le accuse. Il suo legale ha avanzato poi la richiesta di una misura alternativa, quella degli arresti domiciliari, su cui il giudice si è riservato.

L'uomo è ritenuto responsabile della violenza sessuale di una donna di 44 anni che era stata avvicinata al parco della Q4 Oasi Verde il 29 aprile scorso. Secondo la ricostruzione dei fatti, la signora stava spingendo la sua bicicletta che aveva bucato una ruota sulla pista ciclabile quando il 37enne l'ha bloccata e si è denundato e masturbato. 

Il 13 maggio successivo un episodio analogo si era verificato lungo la pista ciclabile di via del Lido. In questo caso la vittima, una ragazza, era stata bloccata, buttata a terra e palpeggiata. Le due vittime hanno riconosciuto l'uomo tra diverse fotografie mostrate dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • Investimento mortale sui binari, sospesa la circolazione dei treni sulla Roma-Napoli

  • Latina: concorso pubblico per l’assunzione di tre figure a tempo indeterminato in Comune

Torna su
LatinaToday è in caricamento