Fioravante, Pd: “Rifiutati 480mila euro per la scuola in Q4”

"L'Amministrazione Comunale ha perso la possibilità di usufruire di quasi mezzo milione di euro, già stanziato dalla Regione Lazio, per l'ampliamento del plesso scolastico di via Cimarosa in Q4"

“Le difficoltà economiche delle amministrazioni comunali sono ormai risapute. Anche il Comune di Latina, come è ben noto, soffre dei numerosi tagli dallo Stato centrale. Per far fronte a queste mancanze il Comune di Latina ha messo in atto una serie di aumenti: dalla Dogre alla Tares, dalla Tia alle mense scolastiche. Non ci sono i soldi e ed il Comune si permette il lusso di rifiutarli dalla Regione Lazio”. La denuncia arriva dal consigliere comunale del Partito Democratico Marco Fioravante.

“La grave situazione in cui versano le casse comunali le conosciamo tutti – afferma – e proprio per questo la “rinuncia” di 480 mila euro per l’ampliamento di una scuola pubblica desta ancor più scalpore e rabbia. La Regione Lazio, infatti, aveva messo a disposizione 480 mila euro per l’ampliamento della scuola di via Cimarosa in Q4 ed il Comune di Latina, invece, ha deciso di rimandarli al mittente”.

Per gli addetti ai lavori la vicenda è risaputa. Già il 2 agosto scorso, in una commissione trasparenza, venne alla luce l’eventualità di perdere i 480mila euro. In quella occasione, però, l’amministrazione assicurò che si sarebbe attivata per recuperare i quattrini e che non saremmo caduti nella tagliola dei debiti fuori bilancio.

“I fatti purtroppo vanno avanti in altro modo – afferma Fioravante -. Si trovano le coperture economiche  per completare la scuola ma con i soldi comunali, respingendo lo stanziamento Regionale. Si prendono da un capitolo dedicato al completamento delle opere di urbanizzazione del quartiere”.

“In altre parole abbiano rifiutato i soldi regionali – conclude Fioravante (PD) - e utilizziamo invece risorse che dovevano essere destinate al completamento di marciapiedi e quanto altro serve al quartiere. E’ assurdo e inaccettabile che alla fine paghino sempre gli ignari cittadini. Allo scopo di tutelarli  ho presentato un’interrogazione all’amministrazione nella quale ho chiesto di sapere le motivazioni, le responsabilità conseguenti e se esistono le condizioni perché si riesca a recuperare le somme senza danno per la collettività”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento