Bottiglia con liquido infiammabile davanti Centro Donna Lilith

La scoperta questa mattina: gli inquirenti ipotizzano un'intimidazione da parte di una persona legata a un'assistita del centro. Indagini della polizia

Un'intimidazione ai danni del centro che si occupa delle donne vittime di violenza. Questa mattina una bottiglia con all'interno liquido infiammabile è stata rinvenuta davanti la sede del Centro Donna Lilith, l'associazione che si occupa di attività di contrasto ai fenomeni di violenza di genere.

L'ipotesi che seguono gli inquirenti, infatti, è che il gesto intimidatorio possa essere stato compiuto da una persona legata a una donna assistita dal centro.

Le attività dell'associazione, infatti, sono rivolte principalmente a tutelare donne che spesso vengono assistite nelle cosiddette case rifugio, dove le vittime vengono protette e tenute lontano dagli uomini responsabili delle violenze.

Dopo la scoperta di questa mattina, davanti la sede di Latina, la polizia ha iniziato le prime verifiche per tentare di individuare il responsabile. Ascoltati alcuni residenti e analizzata la bottiglia, in cerca di tracce utili. A presentare denuncia le resposabili del centro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

Torna su
LatinaToday è in caricamento