Bottiglia con liquido infiammabile davanti Centro Donna Lilith

La scoperta questa mattina: gli inquirenti ipotizzano un'intimidazione da parte di una persona legata a un'assistita del centro. Indagini della polizia

Un'intimidazione ai danni del centro che si occupa delle donne vittime di violenza. Questa mattina una bottiglia con all'interno liquido infiammabile è stata rinvenuta davanti la sede del Centro Donna Lilith, l'associazione che si occupa di attività di contrasto ai fenomeni di violenza di genere.

L'ipotesi che seguono gli inquirenti, infatti, è che il gesto intimidatorio possa essere stato compiuto da una persona legata a una donna assistita dal centro.

Le attività dell'associazione, infatti, sono rivolte principalmente a tutelare donne che spesso vengono assistite nelle cosiddette case rifugio, dove le vittime vengono protette e tenute lontano dagli uomini responsabili delle violenze.

Dopo la scoperta di questa mattina, davanti la sede di Latina, la polizia ha iniziato le prime verifiche per tentare di individuare il responsabile. Ascoltati alcuni residenti e analizzata la bottiglia, in cerca di tracce utili. A presentare denuncia le resposabili del centro.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi 2019, manca poco al via. Ecco quando iniziano a Latina e nel Lazio

  • Fumo vietato sulla spiaggia, arriva l’ordinanza “smoke free”. Multe fino a 500 euro

  • Gaeta: al Porto Antico arriva “Seabin”, il maxi bidone galleggiante attira rifiuti

  • Arriva l’"Estate delle meraviglie": oltre 350 eventi in 150 comuni del Lazio

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Pontina, ferito un motociclista: atterra l'elisoccorso

  • Terremoto a Roma, scossa avvertita anche in alcune zone di Latina e provincia

  • Tragedia familiare sfiorata a Cisterna: madre e figli salvati dalla polizia

  • Due capodogli morti a Ponza: la mamma ha cercato di liberare il figlio da una rete da pesca

  • Blitz antidroga a Cisterna, pusher ingoia ovuli di cocaina: sequestri e arresto

  • Omicidio Marino, due pentiti raccontano in videoconferenza l’eliminazione del boss

Torna su
LatinaToday è in caricamento