Aggredito in un centro di accoglienza: arrestato un migrante ospite di una cooperativa

La vittima ha riportato fratture multiple al volto ed è in attesa di un intervento maxillo facciale all'ospedale San Camillo di Roma

Una violenza aggressione si è consumata all'interno di una struttura di accoglienza per migranti a Latina. Il personale della II sezione della squadra mobile, in collaborazione con l'ufficio Volanti, ha arrestato, per il reato di lesioni gravi, un cittadino pakistano di 26 anni, beneficiario della protezione sussidiaria e ospitato all'interno di un appartamento gestito da una cooperativa che si occupa dell'accoglienza. 

Come accertato dalla polizia, il giovane straniero ha aggredito un altro migrante, rimasto gravemente ferito al volto. Sul posto gli agenti hanno rinvenuto evidenti tracce di sangue sul pavimento e un "mocho" che lo straniero aveva utilizzato per lavare per terra e tentare di eliminare le tracce ematiche. La vittima e gli operatori della cooperativa hanno ricostruito quanto accaduto e consentito di accertare le continue aggressioni e prevaricazioni compiute dal pakistano all'interno della stessa struttura nei confronti di altri stranieri.

La vittima, ricoverata con una prognosi di 41 giorni per fratture multiple scomposte alle ossa nasali e orbitali, è ora in attesa di un intervento maxillo facciale all'ospedale San Camillo di Roma. Per l'aggressore è quindi scattato l'arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento