Ordine forense, i tre avvocati non dimissionari: l’iniziativa del Consiglio andava discussa in assemblea

Sulla protesta contro il presidente del tribunale. De Simone Caporilli e Macci: finalità da condividere ma non in questa modalità

Condivisione dell’esigenza di adottare iniziative a tutela della categoria ma non delle modalità scelte dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati vale a dire le dimissioni. Questa la precisazione dei due consiglieri di Movimento Forense Latina Chiara de Simone e Stefania Caporilli e dell’indipendente Carlo Macci, i quali sottolineano come “pur condividendo, come sempre manifestato nei mesi scorsi, la necessità di adottare ogni iniziativa per tutelare i colleghi del foro di Latina a fronte della problematica degli incarichi giudiziari, come già espressamente anticipato in sede consiliare ritenevamo che il tema andasse dibattuto nell’ambito dell’assemblea degli iscritti, all’esito della quale sarebbero state adottate le determinazioni ritenute, d’intesa con il foro, più incisive ed efficaci, ivi comprese le immediate dimissioni in blocco di tutto il Consiglio, rispetto alle quali noi stessi ci saremmo dichiarati in quella sede disponibili".

Il riferimento è al contrasto che si è aperto con il presidente del tribunale Caterina Chiaravalloti, che ieri ha portato appunto il Consiglio dell'Ordine degli avvocati a formalizzare e ad annunciare le dimissioni dei componenti.

"Ciò, anche in considerazione del fatto – aggiungono De Simone, Caporilli e Macci - che il commissariamento conseguente alle dimissioni rappresenta un evento eccezionale nella vita dell’Ordine, certamente non auspicabile soprattutto in un momento così delicato, cosicché una prudente e consapevole riflessione in sede assembleare era a nostro avviso necessaria per ponderare anche tale aspetto e per valutare con gli iscritti se non fosse invece più opportuna l’adozione senza ulteriore indugio, da parte del Consiglio, delle forti iniziative più volte ventilate nei mesi scorsi, diverse dalle dimissioni appena formalizzate”. I tre consiglieri sottolineano comunque la volontà di impegnarsi a tutela dei colleghi del foro di Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento